Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 70.087.680
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 21 maggio 2019 alle 12:16

1960: Como-Lecco 0-1. 12.000 tifosi al Sinigaglia

"Dodicimila spettatori non se ne vedono di solito al Sinigaglia di Como", così scriveva un quotidiano sportivo all'indomani dell'incontro Como-Lecco di domenica 28 febbraio 1960, per il campionato di serie B.
Lo stadio era gremito, con una numerosa rappresentanza lecchese, giunta a Como con tutti i mezzi disponibili. Il Lecco vinse per 1 rete a 0 realizzata al 44' del primo tempo da Rodolfo Bonacchi.

Il Lecco vittorioso per 1 a 0 a Como

Alcuni sportivi lecchesi hanno chiesto, in questi giorni di vigilia dell'incontro Como-Lecco per lo scudetto della serie D di indicare una partita nella storia del derby lariano che meriti di essere posta in evidenza. L'indicazione è quella relativa alla vittoria del Lecco al Sinigaglia di Como, del girone di ritorno del campionato di B, che consentì alla nostra città di rimanere nel terzetto che guidava la classifica con Torino e Catania. Alla fine del campionato di B 1959/1960 saranno, appunto, queste tre compagini ad essere promosse in serie A.

Il Lecco aveva già vinto la partita del girone d'andata disputata sul terreno amico del vecchio "Cantarelli" l'11 novembre 1959. Il risultato finale fu 3 a 2 per i blucelesti, con reti di Bonacchi, Gotti e Fontanot. Quindi, in quel campionato di B il Lecco vinse entrambi i derby del Lario.

Due momenti dell’incontro; si possono notare le tribune gremite

C'e da ricordare, per completezza di cronaca, che Rodolfo Bonacchi, lasciati i blucelesti, per il trasferimento in Puglia, tornerà nella cronaca sportiva locale con Bari-Lecco del 28 ottobre 1962, finita con il risultato di 1 a 1. Il goal barese, come evidenziò nel titolo anche un settimanale locale, "è stato messo a segno dall'ex bluceleste Bonacchi". La partita, finita in parità, è segnata nella storia calcistica in quanto il capitano Francesco Duzioni festeggiò la sua 250^ presenza consecutiva nelle file della squadra del presidente Ceppi, dopo essere arrivato in città con il campionato 1953/1954.

Rodolfo Bonacchi, al centro, tra Arienti e Duzioni

La cronaca del 1960 del Lecco vittorioso a Como per 1 a 0 elenca tra i migliori Franchi, Bruschini e Gotti. La squadra scese in campo con Bruschini, Franchi, Tettamanti, Gotti, Bicchierai, Duzioni, Savioni, Arienti, Bonacchi, Fontanot, Gilardoni. Rodolfo Bonacchi, non dimenticato goleador in un periodo tra i migliori del Calcio Lecco, era nato ad Agliana, in provincia di Pistoia, nel novembre 1938 e ad Agliana è deceduto nel gennaio 2007. Ebbe modo più volte di dichiarare che conservava i migliori ricordi della sua carriera calcistica in quel di Lecco, dove, dal 1957 al 1961, aveva disputato 113 incontri, realizzando 35 reti. Qui aveva, inoltre, completato gli studi di ragioniere, frequentando l'Istituto Tecnico Parini, ancora nella vecchia sede del palazzo scolastico di via Ghislanzoni.

L’ultima partita disputata dal Lecco nel vecchio Cantarelli-Rigamonti

I tifosi blucelesti in partenza per la trasferta

Nel periodo in cui ha vestito la maglia bluceleste, Rodolfo Bonacchi raggiunse il "picco" della sua carriera: venne convocato nella nazionale cadetti che il 7 maggio 1959, a San Siro, davanti a 70.000 spettatori, giocò contro l'Inghilterra. Nella rappresentativa italiana c'erano giocatori già famosi quali Bolchi, Corso, Carpanesi, Guarneri ed Anzolin. Era stato anche convocato per la nazionale olimpica azzurra per i Giochi di Roma 1960, ma uno strappo muscolare rimediato in allenamento lo obbligò alla rinuncia. I tifosi lecchesi di una certa età non lo hanno dimenticato, in particolare per il contributo con 9 reti della prima storica promozione in serie A nel campionato 1959/1960, fra le quali le due marcature realizzate nelle partite con il Como.
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco