Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.853.784
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 20 giugno 2019 alle 13:43

Altro vertice in Prefettura sulla sicurezza ferroviaria: le stazioni di Lecco e Calolzio saranno chiuse di notte

Il Prefetto tira diritto: ad un mese dal primo incontro dedicato al tema della sicurezza in ambito ferroviario, il dr. Michele Formiglio ha quest'oggi confermato l'intenzione di chiudere, in orario notturno, le stazioni di Lecco, Calolziocorte e Olgiate Molgora.

Il punto è stato fatto in mattinata presso il Palazzo del Governo, in corso Promessi Sposi. A 30 giorni dal vertice in cui, appena insediato, aveva chiesto di effettuare mirati sopralluoghi per accertare la fattibilità della proposta di serrare gli accessi ai binari dopo la partenza dell'ultimo treno della sera, il Prefetto ha riconvocato il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per essere accorrentato di quanto emerso in loco, alla presenza anche dei delegati di Rfi.
All'incontro hanno preso parte i vertici delle forze di polizia, il vicesindaco del Comune di Lecco Francesca Bonacina, i primi cittadini dei Comuni di Calolziocorte e di Olgiate Molgora Marco Ghezzi e Giovanni Bernocco nonché delegati della Polfer, di società Trenord e della stessa Rfi.
La chiusura notturna della Stazione di Lecco, è stato detto, richiede il posizionamento di cancelli nel sottopasso - di competenza del Comune -  e di cancelli sugli ingressi ad opera invece dell'impresa che gestisce l'infrastruttura ferroviaria. Sarà la società, una volta posizionate le sbarre, ad occuparsi della chiusura, servendosi di guardie giurate.
La prima stazione che potrebbe venire serrata di notte parrebbe però essere quella di Calolzio, dove la posa delle barriere sembrerebbe più immediata, per la conformazione stessa dei luoghi.
Per quel che attiene, invece, lo scalo di Olgiate Molgora, si dovrà provvedere in via preliminare ad un potenziamento del sistema di videosorveglianza ad opera di Rfi.
Il Prefetto di Lecco ha formulato precisa richiesta a tutti i presenti perché le opere necessarie per la chiusura notturna delle stazioni siano completate in tempi celeri per il raggiungimento del comune obiettivo di elevare il livello di sicurezza.
Articoli correlati:
14.05.2019 - Sicurezza ferroviaria: i sindaci  di Lecco, Calolzio e Olgiate dal Prefetto
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco