Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.950.680
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 24 giugno 2019 alle 12:44

Olginate: era medico 'nobiluomo', artista e fondatore Gefo, è mancato il dr. Lorenzelli

Un uomo di moralità ineccepibile, un professionista stimato, generoso e umano, disponibile per i suoi pazienti anche a notte fonda, senza eccezioni. È stato descritto così dai suoi famigliari e da tutti coloro che hanno avuto il piacere di conoscerlo il dottor Luigi Lorenzelli, scomparso nella giornata di ieri all’età di 82 anni: “storico” medico condotto e dentista di Olginate, era stato anche tenente degli Alpini e membro della sezione lecchese dell’UNUCI, che gli ha conferito il titolo di “Nobiluomo” (N.H.).

Il dottor Luigi Lorenzelli

Una vita, la sua, interamente spesa a favore degli altri, tra il suo studio medico e le abitazioni dei pazienti, arricchita da una grande passione per la pittura, coltivata attraverso la frequenza dell’Accademia Carrara di Bergamo sotto la guida del professor Trento Longaretti: le sue opere – per suo volere raramente esposte, nonostante gli inviti a prestigiose manifestazioni internazionali come la Biennale di Venezia – sono sempre state giudicate come opere di pregio, frutto del “senso critico spiccato di un uomo versatile, generoso e geniale, che ha saputo avventurarsi in profondità nell’animo umano”. All’attività professionale e artistica il medico ha unito altresì la sua passione per la natura: Luigi Lorenzelli, infatti, è stato tra i soci fondatori della GEFO (Gruppo Escursionisti Falchi Olginatesi), con cui per anni, insieme a tanti amici e alle rispettive famiglie, ha trascorso intere domeniche in montagna, tra lunghe camminate e momenti di spensieratezza all’aria aperta.

Il dottor Lorenzelli, primo a sinistra, durante una cerimonia dell’UNUCI Lecco

“Aveva un legame profondo con la natura” ha ricordato con commozione la figlia Tiziana. “Anche negli ultimi tempi, quando la malattia glielo consentiva, trascorrere qualche minuto in mezzo al verde significava per lui rinascere. Anche e soprattutto nella sua Toscana (il dottor Lorenzelli era infatti nato a Filattiera in provincia di Massa Carrara, non lontano da Pontremoli, ndr.), amava lavorare tra la terra e i vigneti, nella semplicità della natura”. Il dottor Luigi Lorenzelli lascia la moglie Giancarla, i figli Tiziana con Antonio e Lorenzo con Monique, nonché i quattro affezionati nipoti Eufrasio, Teresa, Giulia e Linda. I funerali, a cui parteciperanno anche gli Alpini, si svolgeranno martedì 25 giugno alle ore 16.00 nella Chiesa Parrocchiale di Olginate, dopodiché il feretro sarà accompagnato al cimitero locale.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco