Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.951.332
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 24 giugno 2019 alle 16:48

Olginate: successo 'a misura di tutti' per la quarta edizione del Ghost Town Freeride

Hanno “fatto scintille” (letteralmente, però) i circa 120 skater accorsi per la quarta edizione dell’ormai immancabile Ghost Town Freeride: in sella ai propri longboard, infatti, ciascuno dei partecipanti si è lanciato in discesa tra le curve del borgo disabitato di Consonno, cimentandosi in spericolate acrobazie ed aiutandosi nel frenare e direzionare la propria corsa con gli appositi guanti, con il risultato che spesso e volentieri proprio il contatto di questi ultimi con l’asfalto rovente ha alzato da terra un polverone di applausi… e di scintille.

Grazie alla due giorni di contest skate e divertimento permessa ancora una volta dalla sinergia di Sbanda Brianza, ASD con sede a Olginate, FISR (Federazione Italiana Sport Rotellistici), Comune di Olginate e Provincia di Lecco, decine di giovanissimi sono così accorsi dai luoghi più disparati – alcuni, addirittura, fin dal Canada e dall’Australia – per darsi appuntamento nella “Las Vegas Italiana” e vivere una duplice esperienza di gioco e di gara grazie ai 1.3 km di tracciato previsti, ma anche di puro divertimento garantito dalle nove punk-rock band chiamate per intrattenere il pubblico a bordo pista tra una curva e l’altra, nonché dai vari stand legati al mondo dello skateboard e dai food-truck che hanno colonizzato per due giorni la Città Fantasma olginatese.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Insieme all’adrenalina della competizione e all’allegria della musica, non sono però mancati i tentativi di lasciare un “segno tangibile” del quarto passaggio di questa spettacolare manifestazione, da oggi tatuata sui muri adiacenti il villaggio grazie alle sessioni di live-painting realizzate da alcuni artisti selezionati per ridare vita all’arte della skate-culture.

Un Ghost Town Freeride, quello di quest’anno, pensato a misura di tutti, anche per merito dell’introduzione delle cosiddette categorie Kids (6-8 anni) e Young (9-12 anni) all’interno dei vari contest: un’occasione per i giovanissimi appassionati di questa disciplina di mettersi alla prova nella skate-area serale, godendosi le esibizioni dei più grandi ed esperti per tutto il resto del tempo.
F.A.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco