Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.950.510
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 25 giugno 2019 alle 16:27

Lecco: quattro giorni di festa per la contrada di Varigione

Prende avvio nella serata di mercoledì 26 giugno, la festa della Madonna delle Grazie, nella contrada Varigione nel quartiere lecchese San Giovanni, che si concluderà domenica 30 giugno. La festa è raccolta intorno all’antica chiesetta, che la guida della Diocesi di Milano indica, come anno di edificazione, il 1569. Varigione è stata sino a metà Novecento un piccolo agglomerato di case rurali alle prime pendici del Monte Albano, con alle spalle estensioni di prati e di aree verdi, segnate da tracciati di sentieri alpestri e strade “mandrie”.

E’ avvenuta nella seconda metà del Novecento l’espansione urbanistica e residenziale lungo via don Luigi Monza e le diverse belle ville sorte lungo la salita panoramica verso Cereda, nella via dedicata al poeta Fausto Valsecchi, lecchese del primo Novecento, deceduto tragicamente in ancora giovane età. La serata di mercoledì 26 giugno vede, dopo la Messa delle 20.30, lo spettacolo, davanti alla chiesetta di Varigione, “Oratori in piazza”. E’ un incontro con grandi e piccini, animato da Ciccio Pasticcio. Un concerto del Coro Grigna, dell’ANA, è previsto giovedì alle 21.30, sempre nella piazzetta di Varigione. Sabato 29 giugno, alle 21.15, sarà la volta del concerto della Filarmonica Giuseppe Verdi, di Lecco, quartiere San Giovanni.

l’interno della chiesetta di Varigione

La giornata di festa maggiore sarà quella di domenica 30 giugno, con la Messa solenne delle 11, presieduta da don Franco Colombo, sacerdote nativo di San Giovanni, ma che celebrò la prima Messa in quartiere Germanedo, nel maggio 1960, dove aveva trasferito abitazione ed attività commerciale il papà Savino. C’è da ricordare che nel 1960 don Franco Colombo fu nel primo gruppo di nuovi sacerdoti della Diocesi di Milano, in quanto la classe venne divisa con l’istituzione del nuovo anno di teologia che portava da quattro a cinque il cammino presso lo studentato maggiore del Pio XI, in Venegono. I restanti nuovi sacerdoti verranno ordinati nel febbraio 1961 e fra questi il lecchese don Gianfranco Pozzi, di San Nicolò, purtroppo già scomparso in ancor giovane età.

la piazzetta dell’antica chiesetta di Varigione

La Messa solenne delle ore 11 sarà seguita dall’aperitivo in piazza offerto dal Coro “Il Granello”. Il complesso è stato costituito nel settembre 2001 nella comunità di San Giovanni ed è diretto da Flavia Crotta. Il Coro ha, tra le finalità della sua formazione, il recupero e la valorizzazione dell’antica festa della Madonna delle Grazie di Varigione.
Nella serata di domenica 30 giugno, con inizio alle 20.30, si muoverà la solenne processione con accompagnamento musicale della Filarmonica Giuseppe Verdi. Nella serata di mercoledì 26 giugno avrà inizio la vendita dei “Dulzett de Varigiun”, singolari biscotti dovuti al volontariato di casalinghe, anziani ed anche giovani, tramandati sulla base di antica ricetta rigorosamente tenuta segreta. I biscotti saranno in vendita pro opere parrocchiali anche nelle serate di giovedì 27 giugno, sabato 29 e nella tarda mattinata di domenica 30 giugno, dopo l’aperitivo del Granello. La serata della processione sarà, invece, conclusa, dalla degustazione di gelato offerto dalla parrocchia, con Don Claudio Maggioni.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco