Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 77.325.273
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 09 luglio 2019 alle 15:31

Valsassina: beneficiaria del reddito di cittadinanza lavora in nero in un ristorante, denunciata


Anche nel lecchese è stata scoperta una "furbetta del reddito di cittadinanza". Una donna - L.C.  le iniziali - beneficiaria dello strumento di sostegno economico rivolto alle famiglie con un reddito inferiore alla soglia di povertà recentemente introdotto dal Governo giallo-verde è stata infatti pizzicata dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro mentre prestava servizio "in nero" tra i tavoli di un ristorante di Taceno, in Valsassina, violando dunque uno dei presupposti alla base della "card".
La signora è stata denunciata con la contestazione poi al titolare dell'attività anche di ulteriori violazioni amministrative per una cifra che si aggirerebbe attorno ai 25.000 euro. L'attenzione degli uomini dell'Arma si è concentrata oltre sulla presenza, appunto, della lavoratrice non in regola (una su 5 dipendenti in totale) anche sul mancato rispetto del Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro. Nel dettaglio è stato riscontrato il mancato aggiornamento del Documento di Valutazione Rischi, con contestuale verbale elevato dai militari.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco