Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 118.639.163
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 08/04/2021
Merate: 21 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 13 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15  µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Mercoledì 17 dicembre 2014 alle 08:45

Calolzio: nuovo supermarket, Confcommercio dice no

Fa discutere l’ipotesi dell’arrivo a Calolzio di un nuovo supermercato. Dopo il dibattito in Commissione Territorio, che ha visto al centro l’ipotesi di insediamento di una media struttura alimentare, Confcommercio Lecco prende posizione in modo netto. “Purtroppo ci troviamo a dovere fronteggiare l’ipotesi di apertura di un nuovo supermercato in un Comune lecchese – sottolinea il presidente di Confcommercio Lecco, Peppino Ciresa – Ancora una volta ribadiamo la nostra contrarietà e ricordiamo a tutti i rappresentanti delle amministrazioni locali quanto sia importante difendere gli esercizi di vicinato e il pluralismo distributivo. Il nostro territorio ha già dato in termini di supermercati e in particolare Calolzio non ha certo bisogno di una nuova media struttura alimentare: questo progetto non porterà alcun beneficio né al territorio né ai consumatori. L’Amministrazione comunale di Calolzio deve sapere quali rischi fa correre ai suoi negozi e ai suoi cittadini”.
Il direttore Alberto Riva aggiunge: “E’ fondamentale dire no a questa nuova richiesta e se necessario intervenire mettendo mano anche al Pgt. Dalle prime dichiarazioni da parte della Giunta e della attuale maggioranza pare trasparire una certa rassegnazione a subire l’avvento del quinto supermercato. Per noi è inaccettabile che il Comune accolga passivamente questa situazione. Chiediamo all’Amministrazione di spendersi e di fare il possibile per scongiurare questa ipotesi che andrebbe a danneggiare inevitabilmente i piccoli commercianti”.
Duro anche il giudizio del presidente della Zona Valle San Martino di Confcommercio Lecco, Cristina Valsecchi: “Il via libera a questa media struttura comporterebbe disagi per i negozianti e problemi di viabilità per tutti i calolziesi.  La grande distribuzione ha raggiunto un livello tale che ogni ulteriore incremento rischia di far saltare il già precario equilibrio raggiunto, a maggior ragione oggi con la crisi e il calo dei consumi”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco