Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 77.805.723
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 07 novembre 2019 alle 12:54

Lecco: venduti i due ex lavatoi dei rioni di Olate e Maggianico

Conclusa positivamente la procedura di alienazione di due beni comunali banditi all'asta nel corso dello scorso mese di settembre. L'apertura delle buste contenenti le offerte dei partecipanti alla procedura, ha restituito due acquirenti per l'ex lavatoio di Olate, sito in via Caldone e per l'ex lavatoio di Maggianico, sito in via Rossini.

L'ex lavatoio di Maggianico

Ad aggiudicarsi l’immobile sito in via Caldone è stata Angela Bearini di Lecco grazie a un'offerta di 12.250,12 euro, a fronte di un importo a base d'asta di 12.151,12 euro, mentre la Garibaldi Società Cooperativa Sociale, con sede in Sant’Omobono Terme in provincia di Brescia, si è aggiudicata l'ex lavatoio di Maggianico grazie a un'offerta pari a 13.751,00 euro, a fronte di un importo a base d'asta di 13.750,00 euro.

La struttura di Olate

"Dopo la recente vendita dell'immobile comunale di via Roma, altri due beni appartenenti al nostro patrimonio immobiliare e inseriti nel piano triennale delle alienazioni sono stati venduti - sottolinea l'Assessore al Patrimonio del Comune di Lecco Corrado Valsecchi.
I due ex lavatoi, presenti in elenco a fronte del parere favorevole della Soprintendenza, hanno ricevuto offerte valide e sono stati aggiudicati a due differenti soggetti. Ricordo che questi due lavatoi erano da lungo tempo abbandonati a sé stessi e, fatti salvi interessamenti senza seguito, per il loro recupero non sono stati presentati progetti interessanti, a differenza di quanto è invece avvenuto con altri lavatoi, come quelli di Belledo, Laorca, Pescarenico o Falghera, per i quali in questi ultimi due anni sono stati fatti, o stanno per essere fatti, interventi di riqualificazione anche grazie alla collaborazione con la cittadinanza attiva, stimolata dal regolamento per i beni comuni. Ci auguriamo, come per lo stabile di via Roma, che chi li ha comprati intenda valorizzarli sia dal punto strutturale che della fruibilità".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco