• Sei il visitatore n° 168.737.685
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 16 novembre 2019 alle 11:12

Visite urgenti troppo costose con la sanità privata? A Pescate paga il Comune

Dante De Capitani
I pescatesi meno abbienti, disabili e invalidi che hanno necessità di visite o esami urgenti d'ora in avanti potranno farle privatamente se i tempi di attesa della sanità pubblica saranno superiori ai tempi indicati dal medico curante: i costi saranno infatti a carico del Comune di Pescate, che attingerà dal proprio fondo di solidarietà finanziato dalle donazioni.
"Dopo aver saputo che una mia cittadina invalida non ha potuto effettuare alcuni esami necessari e urgenti con il servizio pubblico per le lunghe liste di attesa, con i miei consiglieri ho pensato che il Comune avrebbe dovuto intervenire" spiega il sindaco Dante De Capitani. "Ho chiesto spiegazioni ai responsabili locali e spero che le risposte che arriveranno siano convincenti, perché io ai miei cittadini ci tengo e voglio che abbiano tutti i servizi per cui pagano fior di tasse. Ritengo che il lecchese non sia più da tempo un'eccellenza nella sanità perché troppe disfunzioni e troppi ritardi continuano a verificarsi. Se le istituzioni regionali e statali non sono capaci di svolgere efficacemente la loro funzione in un ruolo fondamentale come quello della sanità pubblica, allora come Comune la svolgiamo noi per loro, scusandoci della loro incapacità".
"Non posso permettere - continua il sindaco - che i miei cittadini non abbiano esami e cure mediche in tempi compatibili con la loro patologia, ma nemmeno che solo chi ha i soldi possa avere visite ed esami celermente, per cui in caso di urgenze paghiamo noi, provvedendo nel frattempo a inoltrare formale richiamo. Chiunque ne avesse bisogno, quindi, può presentarsi in Municipio ai Servizi sociali con l'impegnativa della prestazione richiesta dal medico e con la prenotazione che dimostri i lunghi tempi di attesa, e poi faremo tutto noi, pagando la visita e offrendo anche il trasporto, se dovesse servire".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco