Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 95.327.010
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/08/20

Merate: 15 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Domenica 12 gennaio 2020 alle 08:21

Olginate: furti in paese, la PL riprende le pattuglie serali e i controlli con l’etilometro

Dopo i buoni risultati ottenuti tra aprile e dicembre 2019, riparte anche quest’anno, fin da ora, l’attività di pattugliamento serale del territorio a cura del comando di Polizia Locale di Olginate e Valgreghentino.
Una notizia che sarà certamente accolta con piacere dai residenti, soprattutto a seguito dell’ondata di furti che ha colpito nei giorni scorsi la parte alta di Olginate, tra via Gramsci, via Diligenza e via Belvedere, dove pare che i malviventi siano riusciti a fare irruzione in almeno tre case per poi darsi alla fuga a piedi tra i boschi con una refurtiva non indifferente, dopo vari altri tentativi nei paraggi non andati a buon segno.

Un controllo serale con l’etilometro

“L’intenzione non è quella di sostituirci alle forze dell’ordine, piuttosto di lavorare in termini di prevenzione per migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini” spiega il vice responsabile del comando Marco Maggio.
“Lo scorso anno la nostra dotazione tecnologica si è ulteriormente ampliata con un etilometro (oltre che con le body cam e le fototrappole contro l’abbandono di rifiuti e gli atti vandalici), con il quale abbiamo iniziato ad effettuare diversi controlli in notturna sugli automobilisti, denunciando una persona per guida in stato di ebbrezza e sanzionandone un’altra. Nel frattempo sono state anche poste le basi con la Prefettura per il Controllo di Vicinato, un progetto che prevede il diretto coinvolgimento dei cittadini sulla base di un modello di osservazione-collaborazione”.
Quello appena trascorso è stato dunque un anno più che positivo per il comando guidato da Matteo Giglio, che ha accertato multe per un totale di 187.000 euro (176.000 solo a Olginate), principalmente per veicoli sprovvisti di revisione e/o assicurazione “beccati” dalle telecamere di lettura targhe agli ingressi del territorio. “L’incasso è più che triplicato rispetto al 2017 – sottolinea ancora Marco Maggio – mentre sono diminuite le sanzioni più “classiche” per divieti di sosta. Nel 2019 ci siamo anche occupati di vari controlli sui flussi migratori, che hanno portato alla luce alcune situazioni di accoglienza di cittadini stranieri in condizioni non dignitose che hanno fatto scattare due multe significative per altrettanti affittuari: abbiamo inoltre contribuito alle indagini avviate a seguito dell’interdittiva antimafia che ha portato alla chiusura di un’attività del centro”.

Il nuovo etilometro a disposizione del comando

Per quanto riguarda l’anno appena cominciato, invece, l’obiettivo è sicuramente quello di proseguire sulla strada intrapresa, avviando fin da ora – come accennato – l’attività di pattugliamento serale che vede gli agenti “sul campo” almeno fino alle due di notte, con controlli programmati in vari giorni della settimana compreso il sabato.
Tra le altre cose, da segnalare l’intenzione di acquistare tramite un bando regionale almeno un nuovo veicolo da affiancare agli altri due a piena disposizione del comando. Pare non ci sia particolare fretta, invece, nel sostituire l’agente Monica Buccino, recentemente trasferita in un altro ufficio comunale con la mansione di messo: soltanto nei prossimi mesi potrebbe essere avviata una procedura di mobilità (o in alternativa un concorso), mentre per il momento la “squadra” resta composta dal comandante Matteo Giglio con i colleghi Marco Maggio, Francesco Carroccio, Fabrizio Malighetti ed Enrico Sacchi, che hanno già dimostrato di essere in grado di occuparsi di tutte le numerose incombenze senza l’urgente necessità di ulteriore supporto.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco