Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 124.654.799
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/06/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 20 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Giovedì 16 gennaio 2020 alle 19:11

Calcio Lecco: ecco il centrocampista Bolzoni e il trequartista Forte

Presentati alla stampa i neoblucelesti Francesco Bolzoni e Riccardo Forte. Bolzoni, centrocampista d'esperienza, arriva dall'Imolese (serie C) nel quadro di uno scambio con l'attaccante Matteo Chinellato, approdato nella città romagnola.
Cresciuto nella prestigiosa cantera dell'Inter, il nuovo centrocampista del Lecco è nato a Lodi il 7 maggio 1989 ed ha disputato in carriera 235 partite tra i professionisti con 9 gol all'attivo. In serie A ha giocato 65 volte con le maglie di Inter, Siena e Palermo, segnando 5 reti. Bolzoni, allenato da tecnici di primo livello come Mancini, Mourinho, Conte e Iachini, vanta nel palmarès un titolo di campione d'Italia con l'Inter, due presenze in Champions League, sempre con l'Inter, 14 gettoni con la nazionale under 21 e il successo nel torneo di Viareggio con la squadra nerazzurra. Questi i numeri di un giocatore che avrà il compito di trasmettere esperienza al reparto di centrocampo che proprio domenica contro il Novara sarà orfano di un elemento importante come Marco Moleri, squalificato per tre giornate. All'inizio di  carriera è invece Francesco Forte, nato a Trieste il 17 maggio 1999. Il ragazzo ha militato nelle giovanili del Milan, esordendo in prima squadra nel match di Europa League contro il Rijeka a fine 2017. Con la primavera rossonera ha messo insieme 50 presenze e 15 reti tra campionato, coppa e Viareggio. Nella stagione 2018/19 la sua prima esperienza professionistica con la Pistoiese in serie C. Ottimo il rendimento, con 33 presenze e 3 gol. La scorsa estate è passato al Piacenza in C ma con gli emiliani non ha trovato spazio (solo 3 apparizioni). In grado di agire su entrambe le fasce del tridente d'attacco, Forte è un destro naturale, bravo destreggiarsi anche con il piede sinistro.

Forte, Filucchi e Bolzoni

“Francesco Bolzoni è un calciatore di livello che ha giocato in serie A. Siamo contenti di averlo con noi. Stesso discorso per Riccardo Forte che è un ragazzo giovane”, ha dichiarato il direttore sportivo Francesco Filucchi, soddisfatto per il doppio colpo che si è aggiunto a quello del difensore Alessio Milillo, presentato ieri.
“Sto bene fisicamente, vivo per il calcio e spero di esprimermi al meglio qui a Lecco -ha detto Bolzoni – In merito alla mia esperienza ad Imola posso che era stato l'allenatore  Coppitelli a volermi ad inizio settembre. Poi si è verificato un cambio di panchina e sono arretrato nelle gerarchie. Inoltre sono prevalse altre dinamiche societarie. Mi sono comunque sempre allenato. Altre società mi stavano seguendo ma la volontà è stata quella di raggiungere Lecco. Conosco Gaetano D'Agostino, mio compagno di squadra a Siena, e so che è un tecnico a cui piace che la palla venga giocata. In carriera ho fatto la mezzala e mi sono sistemato anche davanti la difesa.  Sono in grado di adattarmi al modulo a 4 che il mister predilige. Posso essere schierato già domenica. Il ritmo partita si acquisisce giocando”.  
Riccardo Forte avrà una nutrita concorrenza nel suo ruolo (vedi Strambelli, Negro e D'Anna). Tuttavia il ventunenne triestino ha una gran voglia di mettersi in luce dopo una mezza stagione a Piacenza avara di soddisfazioni . “A Piacenza sono stato penalizzato dal modulo – ha precisato il giovane triestino - Le mie caratteristiche ? Non sono una prima punta, bensì un trequartista che agisce alle spalle delle punte stesse.  Riesco a operare anche sulle fasce e mi trovo meglio su quella di sinistra. Mi piace giocare palla a terra negli spazi stretti. Penso di poter dire la mia e spero di migliorare in questi mesi qui a Lecco”.      
Roberto Frigerio
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco