Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 109.828.171
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 18/01/2021
Merate: 106 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 90 µg/mc
Lecco: v. Sora: 70 µg/mc
Valmadrera: 97 µg/mc
Scritto Venerdì 06 marzo 2020 alle 11:55

Coronavirus e buone azioni: le pizze regalate al personale della 'Ria'

Sabina Baggioli e la foto delle pizze ricevute in dono
Uno sfogo, quello affidato alla propria pagina Facebook da Sabina Baggioli, infermiera di Sala Operatoria - ex Neurorianimazione - che in per via dell'emergenza sanitaria legata al Covide-19 è stata spostata nel nuovo reparto creato ad hoc "Corona-Ria".
Un episodio di vita quotidiana, raccontato in poche righe, da parte di chi è davvero in prima linea ad affrontare la situazione.


"Sono passati dieci giorni o due anni, non capisco, non ricordo.
Mi guardo allo specchio e mi vedo stanca ed invecchiata.
Ognuno di noi lavora per due o per tre.
Giochiamo fuori casa, posti nuovi o quasi, colleghi nuovi o quasi.
Pochi riposi, non ci sono ferie o permessi, non ci sono figli o compagni.
Dormo male, ho bisogno di aria e son sempre rinchiusa.
Dall'inizio settimana è la prima volta che riusciamo a buttar giù qualcosa nello stomaco per cena.
Ci facciamo portare le pizze, arriva il ragazzo ed esco a prenderle.
Ho tolto la cuffia e la mascherina, ho i capelli in aria e puzzo di disinfettante.
Il ragazzo dalle pizze mi dice ‘i soldi non servono, mettili pure via, una signora che aspettava le pizze ha sentito che dovevamo consegnare alla Rianimazione e ha voluto pagare lei. Ha detto di ringraziarvi tanto e vi augura buon lavoro'.
Ecco una infermiera di Sala Operatoria, ex Neurorianimazione, passata dall'oggi al domani in Corona-Ria, dopo una giornata di merda, spettinata e che puzza di disinfettante, che si commuove con sette pizze in mano davanti a un ragazzo della pizzeria Rida.
Buonanotte combattenti".

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco