Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.666.356
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 10 ottobre 2020 alle 13:50

Mandello: i bambini del Santa Giovanna Antida piantano un melograno, quale simbolo di buon auspicio

“Per celebrare la riapertura delle scuole dopo il lockdown 2020” recita la targa posizionata ai piedi della pianta di melograno, messa a dimora nel giardino di piazza Fratelli Pini Garibaldini. Un momento di condivisone voluto dall’Istituto scolastico Santa Giovanna Antida di Mandello del Lario. Gli alunni delle cinque classi della primaria hanno presenziato alla cerimonia con canti e la distribuzione di bigliettini con la scritta “Auguri per un futuro sereno per tutti”.

Il perché della scelta di quella tipologia di pianta lo hanno spiegato e  ribadito unitamente  al direttore didattico Adriana Lafranconi e Suor Giovanna Morstabilini che all’interno della scuola riveste l’incarico di consulente pedagogico didattico. Il melograno è simbolo di buon auspicio, fratellanza, abbondanza, prosperità e fertilità. Qualità esternate sui tazebao allestiti sulla piazza da parte degli alunni, impegnati in un attento lavoro di ricerca scolastica prima di giungere a questo momento di condivisone con la popolazione.  “Del melograno si parla nei testi sacri di Ebrei e Cristiani, nell’Antico Testamento (come spicchio di melograno è la tua tempia dietro il tuo velo)  e nel Corano per i Musulmani (Egli è Colui che fa scendere l’acqua dal Cielo con la quale facciamo nascere germogli di ogni sorta)“ si è potuto leggere su uno dei cartelloni, per esempio.

“Felice di tornare in mezzo ai bambini” si è dichiarata la neo assessore alla Cultura Doriana Pachera che da ex insegnante alla primaria Pertini, ora riveste la carica istituzionale.
Una mattinata questa proposta dall’Istituto mandellese nella speranza di guardare ad un futuro migliore lontano da ciò che da qualche tempo a questa parte limita le nostre vite ma non i nostri pensieri.
Al.Bot.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco