Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 146.355.694
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 17 novembre 2020 alle 18:26

Olginate, elezioni: Petrelli e i 'suoi' aprono a Passoni ma dettano alcune condizioni

Vincenzo Petrelli
La volontà di riprendere un cammino comune c'è. Ma ad alcune condizioni. A pochi giorni dall'ufficialità della ricandidatura a sindaco di Marco Passoni, il gruppo "Voler bene a Olginate" mette le carte in tavola esplicitando fin da subito i temi sui quali dovrà fondarsi un'eventuale alleanza con la lista a sostegno del primo cittadino uscente, che non ha nascosto la propria intenzione di lavorare per ricostruire la "spaccatura" formatasi quattro anni e mezzo fa con l'allora consigliere di maggioranza Vincenzo Petrelli. È proprio quest'ultimo a prendere la parola per precisare che la sua "squadra" non è pregiudizialmente contraria a un accordo, ma che "in assenza di un processo programmatico unitario e pari dignità nostro malgrado ci vedremo costretti a ripresentarci autonomamente".
Nello specifico, "Voler bene a Olginate" pretende risposte concrete sull'ambiente e la giustizia sociale. "Ci dovranno essere in primo luogo, oltre ad un dichiarato impegno antifascista, la volontà per la valorizzazione di Consonno quale "spazio sociale pubblico", anche attraverso il recupero economico del danno ambientale fatto dalla proprietà con l'esproprio dell'intera area" dichiara Vincenzo Petrelli, che alle ultime elezioni - dopo una corsa "in solitaria", con una lista orientata a sinistra - non era riuscito a conquistare nemmeno un posto in Consiglio Comunale. A nome di tutti i rappresentanti di "Voler bene", l'ex consigliere di maggioranza pone inoltre come conditio sine qua non per un eventuale sostegno al candidato sindaco "la immediata e non più rinviabile bonifica dell'area della ex Fonderia San Martino (al centro di diverse "battaglie" del gruppo anche negli ultimi anni, ndr.) e la salvaguardia di tutti i beni comuni e della gestione pubblica dei servizi, nonché una perequazione della fiscalità attuando tutte le leve possibili per far sì che chi ha meno paghi meno".
"Su queste cose noi siamo disponibili ad avviare il confronto e la discussione, per la costruzione di tutti quei passaggi necessari che potranno divenire perno per una Olginate dove ogni cittadino che ha compiuto i propri doveri civici verso il Comune possa ritenersi soddisfatto" prosegue Vincenzo Petrelli, ribadendo che il suo gruppo non intende assolutamente farsi "portatore d'acqua personale per nessuno". La campagna elettorale olginatese è ufficialmente cominciata.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco