Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 114.680.597
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/03/2021
Merate: 53 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 32 µg/mc
Valmadrera: 39 µg/mc
Scritto Sabato 12 dicembre 2020 alle 22:15

Lecco: contagiato dal covid, è morto a 71 anni Mario Trovato, 'l'erede' del fratello boss

Mario Trovato
E' morto del “male del momento”. Lui che era detenuto nel super carcere di Tolmezzo, luogo solo all'apparenza isolato e protetto rispetto alla pandemia. Dopo 15 giorni di lotta al covid all'ospedale di Treviso è mancato nelle scorse Mario Trovato. Aveva 71 anni. Ed il suo nome era legato a doppio mandato con quello del fratello, il boss ergastolano Franco Coco Trovato, figura cardine di Wall Street, la prima grande inchiesta sull'infiltrazione dell''ndrangheta nel nostro territorio. Oversize e la ben più recente Metastasi avevano fatto scattare invece le manette ai polsi di Mario, classe 1949, natali a Marcedusa (CZ) come gran parte dei membri della numerosa famiglia. Minore rispetto al capoclan era stato considerato, dopo aver espiato la prima lunga condanna, il suo erede, alla testa della ricostituita Locale di Lecco, eradicata nell'aprile 2014 con l'applicazione di una serie di misure di custodia cautelare. Per lui – che nel frattempo da uomo libero figurava dipendente della Pizzeria 046 di Pasubio gestita dai figli – si erano aperte le porte del carcere. Non era più uscito, con il passaggio in giudicato nel marzo 2018 della condanna a 15 anni irrogata nei suoi confronti per una serie di reati, il più pesante dei quali l'associazione mafiosa.
“L'amore per un nonno è indescrivibile, eh si proprio come quello di un genitore […]. Pur non avendo passato molto tempo insieme io ti voglio un mondo di bene. Purtroppo la vita è ingiusta. Ci sono momenti belli da trascorrere con le persone che ami e momenti dove li devi lasciare andare via proprio come gli angeli. Sappi che non ti scorderò mai e sarai sempre nel mio cuore. Riposa in pace nonno e goditi questa libertà” il messaggio apparso sulla pagina Fb di uno dei nipoti.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco