Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 119.629.173
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/04/2021
Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 16 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Sabato 03 aprile 2021 alle 10:50

Pescate: 'sono tutti agnelli', campagna di sensibilizzazione di una nuova associazione

Da qualche giorno a Pescate lungo la provinciale 72 è apparso un manifesto di grandi dimensioni che riporta la scritta: "Sono tutti agnelli". Indubbiamente attira l'attenzione. Siamo andati a scoprire di cosa si tratta. Il manifesto è stato regolarmente affisso da "AnimaLiberAction", associazione no profit e antispecista che si occupa del benessere e della tutela degli animali.

Gli attivisti Elisa Giusto, Martina Mazzoni e Andrea Zuffi davanti al cartellone affisso a Pescate

"Con l'arrivo della Pasqua e il consumo di numerosi agnelli sulle tavole degli italiani, i tempi sono maturi per un messaggio nuovo, partendo dal presupposto che le persone sappiano già quanto sgozzare i cuccioli per mangiarli sia orribile - dice Andrea Zuffi membro dell'associazione - Come messaggio principale vogliamo dire al lettore che bisogna fare un passo oltre, non basta salvare gli agnelli: tutti gli animali hanno lo stesso diritto di vivere, in questo senso "sono tutti agnelli". Abbiamo scelto questa modalità di impatto poiché con le restrizioni legate al covid non abbiamo potuto svolgere attività collaterali di altro tipo".
In Italia nel 2019 sono stati macellati 2 milioni di agnelli ed è stato calcolato un consumo pro capite di 0,9 chilogrammi. Solo nel periodo pasquale nel nostro Paese vengono condotti al macello ed uccisi circa 400 mila cuccioli di soli 22 giorni di vita.
La campagna pasquale è solo una delle tante iniziative proposte dall'associazione animalista.
Sempre in questo periodo, per esempio, i soci hanno deciso di creare l'evento #adottaunrifugio.

Proposto a livello nazionale, l'appuntamento si prefigge di aiutare diversi luoghi protetti dove vengono affidati gli animali sottratti a maltrattamenti e morte certa attraverso una raccolta fondi, cercando al contempo di farli conoscere tramite i social, raccontando le storie dei loro ospiti.
"I rifugi sono sconosciuti ai più  - prosegue Andrea - ma ricoprono un ruolo molto importante in quanto permettono alle persone di conoscere ed interagire con animali che molto spesso conoscono solo perchè abituati a vederseli nel piatto. Pensate a quante persone non hanno mai visto un maiale se non su un camion durante il trasporto verso il macello".

Azione di pulizia a Olginate nel febbraio 2021

L'associazione è strutturata a livello nazionale. Nel lecchese esiste ufficialmente da ottobre 2020 ed è nata in occasione di una cena sociale. Il fine è quello di coinvolgere volontari che abbiano tempo e voglia da dedicare agli animali. Da qui la creazione di una pagina Facebook e una serie di attività volte al benessere degli animali e della natura.  Manifestazioni e azioni informative sugli abusi animali nelle piazze, progetti informativi nelle scuole, sostegno e volontariato nei rifugi, pulizia di parchi e spiagge e raccolte fondi.
A.G.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco