Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 121.002.922
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 06/05/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 13 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Lunedì 03 maggio 2021 alle 09:50

Lecco: Oasi di Pace alla Bonacina, una serata di preghiera sul dramma del Myanmar

Sono ripresi gli appuntamenti dell’Oasi di Pace, un’ora mensile di preghiera per la pace, con i canoni di Taizè e in ascolto di un testimone di pace.
L’abbondante pioggia di sabato primo maggio ha impedito di recarsi davanti alla chiesetta di s. Egidio in quartiere Bonacina; un gruppo di persone si è quindi radunato nella chiesa parrocchiale. Al centro della serata la forte testimonianza di pace offerta da suor Anne Rose Nu Tawng, la religiosa che il 28 febbraio scorso, in Myanmar, in ginocchio e a mani giunte, implorava un plotone di poliziotti di non sparare sui dimostranti contro il colpo di stato dei militari.      


Due foto della serata del 1° maggio


                                                                                                                                                                                                            «Un semplice racconto di un episodio, anche se drammatico– ha detto don Marco Tenderini, della Caritas decanale, promotore dell’iniziativa – ma che dà il senso del nostro essere qui: anche a noi è chiesto di metterci in mezzo tra chi soffre e spera e l’indifferenza dei molti».
I testi letti sono stati tratti in anteprima dal volume che uscirà il prossimo 6 maggio da EMI editrice: «Uccidete me, non la gente», con prefazione del Card. Matteo Maria Zuppi. Si tratta di un’ampia intervista concessa al giornalista lecchese Gerolamo Fazzini, che ha appunto gentilmente passato agli organizzatori alcuni passaggi significativi. Si è quindi rivissuto con le parole della diretta protagonista i momenti drammatici di quel giorno; l’intervento della suora ha scongiurato vittime a differenza di altre zone del paese purtroppo. Ma il volume ha il pregio di far capire da dove nasca un tale gesto. Purtroppo suor Anne Rose già da bambina ha sperimentato l’esilio dal suo villaggio nel clima di conflitto tra militari e le tribù del nord del paese dove è nata; in queste difficoltà la fede della sua famiglia si è irrobustita tanto che anche lei accompagnava il papà capocatechista tra i villaggi dove non poteva giungere il missionario (espulsi nel 1996 sempre dai militari).
Un libro che con la cronologia e le informazioni sul Myanmar che lo corredano, ci fa capire meglio la realtà di questo angolo di mondo.

La commissione missionaria decanale ha quindi lanciato una campagna di acquisto del volume, disponibile in tutte le librerie dal prossimo 6 maggio, al costo di 10 euro. I diritti d’autore del testo saranno devoluti all’ospedale della diocesi di Myitkyina, dove suor Ann Rose Nu Tawng lavora come infermiera. Per informazioni: 340.4802163
Gli appuntamenti dell’Oasi di Pace continueranno ogni primo giorno del mese alla chiesetta di s. Egidio.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco