Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 142.352.369
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 28 luglio 2021 alle 10:28

Valgreghentino: 45.000 € per abbattere la Tari alle imprese

Il sindaco Matteo Colombo
Anche il Comune di Valgreghentino va incontro alle imprese penalizzate dalle chiusure dovute al Covid. E dopo le prime tranche di aiuti dello scorso anno, ammonta a circa 45.000 euro la somma attualmente a disposizione per ridurre la TARI alle utenze non domestiche, con 27.000 euro ricavati dall'avanzo e i restanti incassati grazie al Decreto Sostegni bis. Il bando - il terzo di questo tipo dall'inizio della pandemia - è rivolto alle attività che nel primo semestre 2021 hanno registrato un calo del fatturato di almeno il 10% rispetto allo stesso periodo del 2019, in regola con i versamenti delle tasse.
"Si tratta di un tesoretto cospicuo, che di fatto ci consentirà di aiutare pressochè tutte le imprese del territorio, con una distribuzione capillare di questi fondi che in ogni caso non avrebbero potuto essere utilizzati in altro modo" hanno spiegato martedì sera in Aula il sindaco Matteo Colombo e l'assessore Marco D'Angelo. "Di base si andrà a coprire la parte variabile della TARI, ma qualora avanzassero delle risorse si potrebbe intervenire anche sulla quota fissa: con i criteri stabiliti dovremmo riuscire a soddisfare le esigenze di tutti".
La misura è stata approvata dal Consiglio Comunale all'unanimità. Il bando sarà pubblicato già nei prossimi giorni, ed entro il 30 settembre sarà possibile presentare domanda per un contributo. Prevista a breve, inoltre, anche la distribuzione alle famiglie in difficoltà di ulteriori 14.000 euro, incassati dallo Stato tra i "ristori" post Covid.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco