Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 147.456.447
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 21 dicembre 2021 alle 13:21

Olginate: nel Piano di Diritto allo Studio, ben 92.000 euro per 38 minori più 'fragili'

Alessandra Maggi
Nella serata in cui sono stati consegnati i riconoscimenti agli alunni più meritevoli, il Consiglio Comunale di Olginate ha approvato all'unanimità il Piano di Diritto allo Studio 2021-22, come sempre particolarmente ricco di contenuti - e di risorse - nonostante le scuole siano ancora lontane dal ritorno alla completa normalità pre Covid. A testimonianza di ciò, la scelta dell'Istituto Comprensivo - gestito in collaborazione con Garlate e Valgreghentino - di ridimensionare anche per quest'anno, in via precauzionale, il numero di progetti didattici, tanto da "accontentarsi" dei fondi assegnati dal MIUR per l'emergenza pandemica e richiedere al Comune un contributo di "soli" 25.000 euro.
"Noi abbiamo comunque stanziato una cifra di 37.000 euro, rendendo disponibili ulteriori 12.000 per eventuali attività straordinarie" ha spiegato in aula Alessandra Maggi, consigliere con delega all'Istruzione. "Con il nostro Piano di Diritto allo Studio andiamo quindi a finanziare lo sportello di ascolto, un progetto sportivo e l'attività di "interteam" delle classi della Primaria, mentre tutte le altre iniziative sono coperte da fondi esterni, tra cui quelli di Scuolaboriamo che mette sempre in campo un impegno fondamentale".
Entrando poi nel merito delle cifre, particolarmente cospicua è la somma destinata all'assistenza socio-pedagogica a favore di 38 minori (alcuni dei quali con disabilità gravi), 92.300 euro in totale di cui 7.000 concessi alla Cooperativa Aurora per l'accompagnamento di alcuni bambini diversamente abili alla Nostra Famiglia di Bosisio Parini. Ammontano invece, rispettivamente, a 98.000 euro (più 17.330 per le sanificazioni) e 310.000 euro i costi per il trasporto e la mensa scolastica, entrambi servizi molto richiesti dalle famiglie degli alunni che contribuiscono al loro pagamento con una quota fissa, che il Comune si è reso disponibile a esentare anche completamente in casi di particolare difficoltà. Stanziati, poi, 26.300 euro per l'asilo paritario, 7.920 euro per la palestra parrocchiale (utilizzata durante il giorno dalla Secondaria di I grado) e 11.000 euro per i libri di testo della Primaria, nonchè 5.000 euro per le borse di studio e poco più di 1.000 euro per il servizio di post scuola organizzato al martedì pomeriggio presso la sede dell'Auser. Sempre funzionante a pieno regime anche il Piedibus, attivo su quattro linee di andata e due di ritorno con 128 iscritti e 43 volontari accompagnatori.
Il Piano di Diritto allo Studio ha riscosso anche il "plauso" del gruppo di minoranza Olginate Si Cambia ed è stato dunque approvato all'unanimità.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco