• Sei il visitatore n° 164.929.282
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 08 giugno 2015 alle 14:09

Calolzio: la Trafileria del Lario in vendita, prezzo base 4.500.000€

E’ stato pubblicato nei giorni scorsi sul sito del Tribunale di Lecco, il bando per la vendita della Trafileria del Lario (ex Trafilerie Brambilla) di Calolziocorte. 4.500.000€ oltre imposte di legge il prezzo base del ramo d’azienda, allo stato inattivo, che ha per oggetto la produzione di trafilati di acciaio inossidabile nello stabilimento di corso Europa. “Questo riapre la speranza per i 51 dipendenti ancora in forza ed ora in Cassa integrazione a 0 ore fino al 28 settembre, per una possibile ripartenza” commenta Elena Rossa della Fion Cgil Lecco. Il bando, di seguito riportato integralmente, scadrà a metà luglio.

Fallimento 72/2014
Curatore Dott. L. Bolis
Giudice Dott. Dario Colasanti
AVVISO DI VENDITA DI RAMO D'AZIENDA
Il Curatore del Fallimento Trafileria del Lario Spa in liquidazione, a ciò autorizzato con decreto del Giudice Delegato in data 26.05.2015,
COMUNICA
che intende procedere alla vendita del seguente ramo d'azienda (di seguito, il "Ramo d'Azienda").
1. OGGETIO
1.1. Fallimento Trafileria del Lario Spa in liquidazione è titolare di un ramo d'azienda, allo stato inattivo, che ha per oggetto la produzione di trafilati di acciaio inossidabile nello stabilimento di Calolziocorte (LC) Corso Europa 82, così costituito:
a. Reparti produttivi- macchinari e attrezzature:
33 linee di trafila (di cui 2 monoblocco) suddivise in:
i. 4 linee produttive e 2 monoblocco per la trafila grossa;
ii. 12 linee produttive per la trafila media;
iii. 8 linee produttive per la trafila piccola;
iv. 7 linee produttive per la trafila sottile.
b. 4 linee per il trattamento termico con forni.
c. Laboratorio di analisi.
d. Reparto di rettifica filiere.
e. Impianti generici e specifici.
f. Arredo e dotazioni d'ufficio e per il personale.
g. Merci: materia prima (vergelle in acciaio inox di vari diametri), semi lavorati (filo su aspi e su bobine con diversi diametri e a vari stadi di lavorazione), prodotto finito (filo in acciaio inox e in acciaio al carbonio in bobine, in rotoli e in barre, di vari diametri e per usi diversi).
h. Contratti di leasing.
i. Brevetti e marchi.
Il tutto meglio descritto nella perizia resa dal Geom. Marco Val le in data 16.02.15 che si allega.
1.2. L'immobile in cui è esercitato il Ramo d'Azienda è di proprietà di Mediocredito Italiano Spa era condotto in locazione finanziaria da Trafileria del Lario Spa in liquidazione, giusto contratto in data 27.12.07 n. 20082196, che si allega, risolto il 08.05.15 giusta autorizzazione del Giudice Delegato in data 02.05.15.
1.3. Nel Ramo d'Azienda sono occupati n. 51 dipendenti, attualmente in cassa integrazione straordinaria; meglio descritti nell'allegato.
2. PREZZO
Prezzo base del Ramo d'Azienda: € 4.500.000,00 (euro quattromilionicinquecentomila/00) oltre imposte di legge .
3. ALTRE CONDIZIONI
3.1. Il Ramo d'Azienda non è concesso in godimento a terzi.
3.2 Il Ramo d'Azienda è posto in vendita "come visto e piaciuto" nello stato di fatto e di diritto in cui i beni che lo compongono si trovano e si troveranno al momento della vendita, a rischio e pericolo dell'aggiudicatario; con esonero della procedura da qualsivoglia garanzia per vizi,
per mancanza di qualità, evizione ed altresì per l'effettiva sussistenza e consistenza dei beni e/o dei rapporti giuridici trasferiti, senza che alcuna eccezione e/o pretesa e/o contestazione e/o richiesta di riduzione di prezzo possa essere sollevata nei confronti della procedura,
intendendosi la procedura liberata da ogni e qualsiasi responsabilità al riguardo anche in deroga all'art. 1494 c.c.
3.3. l crediti e i debiti relativi al ramo d'Azienda saranno di esclusiva competenza del Fallimento sino alla data dell'atto notarile di cessione e di esclusiva competenza dell'aggiudicatario da tale data.
3.4. L'aggiudicatario assume incondizionatamente, sotto la sua piena ed esclusiva responsabilità, gli eventuali rischi connessi all'effettivo e regolare funzionamento dei beni, alla conformità o non conformità dei macchinari e degli impianti alla vigente normativa, alle garanzie ambientali. Eventuali oneri di adeguamento e messa a norma saranno integralmente a carico dell'aggiudicatario, con esonero del Fallimento da qualsivoglia responsabilità anche per il caso in cui tale adeguamento e/o messa a norma non sia per qualsivoglia motivo possibile.
3.5. L'aggiudicatario rinuncia pertanto espressamente a far valere ogni eventuale diritto alla riduzione del prezzo e/o al risarcimento del danno e/o alla risoluzione della vendita nei confronti del Fallimento nel caso in cui uno o più beni dovessero risultare viziati o carenti di qualità e/o
di proprietà di terzi e/o gravati in tutto o in parte da diritti reali e/o personali anche di garanzia o godimento di terzi e/o tutti o alcuni dei rapporti giuridici trasferiti (e con essi le licenze di vendita e le autorizzazioni anche per l'esercizio dell'attività) dovessero risultare invalidi, risolti o comunque sciolti e non più sussistenti alla data dell'aggiudicazione.
4. ATTO NOTARILE DI CESSIONE
4.1. Entro 40 giorni dall'aggiudicazione ai sensi dei punti 5.4- 5.7, il Curatore e l'aggiudicatario stipuleranno contratto di cessione del Ramo d'Azienda a ministero Notaio Giulio Donegana di Lecco; tutte le spese, imposte e tasse relative all'atto notarile di cessione saranno a carico
dell'aggiudicatario.
4.2. Il termine di cui al punto 4.1 è considerato termine essenziale ai sensi dell'art. 1457 c.c. nell'interesse esclusivo del Fallimento.
4.3. Proprietà e possesso del Ramo d'Azienda verranno trasferiti al momento della stipulazione dell'atto notarile di cessione.
4.4. L'aggiudicatario dovrà pagare il saldo del prezzo, al netto del deposito cauzionale di cui infra, contestualmente alla stipulazione dell'atto notarile di cessione, a mezzo assegni circolari o bonifico bancario irrevocabile, producendo al Fallimento il relativo ordine accettato dalla
banca e munito di CRO.
5. PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE
5.1. Le offerte, redatte esclusivamente in lingua italiana, dovranno essere presentate, a pena di inefficacia, in busta chiusa e in modo da garantire l'integrità e la segretezza del contenuto, presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Lecco.
5.2. Le offerte (con marca da bollo da € 16,00 ogni quattro pagine) dovranno pervenire nella Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Lecco, a cura e rischio dell'offerente, entro le ore 12.00 (ora italiana) del giorno 17.07.2015 e dovranno contenere:
a. Se l'offerente è persona giuridica, l'indicazione della ragione sociale, della sede legale, del numero di iscrizione al Registro delle Imprese (o equivalente estero) e delle generalità del legale rappresentante o del soggetto, se diverso dal legale rappresentante, che ha sottoscritto l'offerta, della fonte dalla quale è derivato il potere del legale rappresentante o del soggetto, se diverso dal legale rappresentante, che ha sottoscritto l'offerta, nonché la documentazione attestante la vigenza del relativo potere di firma;
b. Se l'offerente è una persona fisica, l'indicazione delle generalità complete, del luogo e della data di nascita, della residenza e del codice fiscale (o equivalente estero);
c. L'indicazione del prezzo offerto almeno pari al prezzo base come indicato al punto 2.;
d. Copia del presente Avviso siglato in ogni pagina in segno di accettazione e sottoscritto per esteso in calce, e l'impegno a sottoscrivere il contratto di cessione in testo sostanzialmente conforme alle condizioni di cui al presente Avviso, presso il Notaio Giulio Donegana di
Lecco entro il termine essenziale di cui al punto 4.1.
e. L'accettazione del Foro pattizio di cui al punto 7.3.
f. Un assegno circolare non trasferibile, emesso da una banca italiana, intestato "FALLIMENTO TRAFILERIA DEL LARIO S.P.A. IN LIQUIDAZIONE", per un importo pari allO% (dieci per cento) del prezzo offerto, a titolo di deposito cauzionale infruttifero.
5.3. Le offerte presentate sono irrevocabili per un periodo di 90 giorni a decorrere dal termine indicato al punto 5.2.
5.4. Si procederà all'apertura delle buste ed all'esame delle offerte all'udienza del 20.07.2015 alle ore 11,30 e seguenti presso il Tribunale di Lecco, avanti il Giudice Delegato Dott. Dario Colasanti.
Il Giudice Delegato Dott. Dario Colasanti provvederà preliminarmente ad accertare la regolarità e la completezza delle singole offerte pervenute secondo le previsioni del presente Avviso, dichiarando eventualmente l'inammissibilità delle offerte non conformi.
5.6. Non saranno considerate valide offerte con un prezzo inferiore al prezzo base come determinato al punto 2., offerte sottoposte a condizione, indeterminate o comunque offerte non conformi a quanto indicato nel presente Avviso.
5.7. In caso di pluralità di offerte, subito dopo l'apertura delle buste, avanti il Giudice Delegato Dott. Dario Colasanti, nella data e nell'ora sopra indicate, si farà luogo ad una gara soltanto tra gli offerenti presenti che abbiano presentato validamente l'offerta, secondo le modalità di cui
all'art. 581 c.p.c., con prezzo base pari all'offerta più alta ricevuta e con offerta minima in aumento di € 50.000,00 (euro cinquantamila/00).
5.8. Dello svolgimento delle operazioni suindicate verrà redatto apposito verbale con l'aggiudicazione; dalla data del verbale decorrerà il termine di dieci giorni di cui al primo comma dell'art. 108 L. F.
5.9. L'aggiudicazione sarà impegnativa per l'offerente, mentre il Fallimento, in ogni momento prima della stipulazione, per ragioni di convenienza valutabili esclusivamente nell'interesse della procedura, potrà revocare l'aggiudicazione e/o annullare la gara senza che da ciò possa
derivare il diritto dell'aggiudicatario a indennizzi o risarcimenti di alcun genere, salvo solo il diritto alla restituzione della cauzione, senza maggiorazione di interessi.
5.10. In occasione della stipulazione dell'atto notarile di cessione, l'aggiudicatario corrisponderà l'intero prezzo, maggiorato delle imposte di legge, con le modalità indicate al punto 4.4, dedotto l'ammontare del deposito cauzionale.
6. DECADENZA
6.1. In caso di mancata stipulazione dell'atto notarile di cessione entro il termine essenziale di-c'ui al punto 4.1 per fatto imputabile all'aggiudicatario:
6.2. L'aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dall'aggiudicazione
6.3. L'aggiudicatario perderà definitivamente la cauzione versata, a titolo di penale
6.4. L'aggiudicatario sarà responsabile dell'eventuale differenza tra il prezzo offerto e il minor prezzo eventualmente ricavato da vendita successiva del Ramo d'azienda ovvero dei singoli cespiti che lo compongono, salvo in ogni caso il maggior danno.
7. VARIE
7.1. Il presente Avviso costituisce mero invito a formulare un'offerta per l'acquisto del Ramo d'Azienda, in nessun caso può essere considerato offerta al pubblico ex art. 1336 c.c. o sollecitazione al pubblico risparmio ex artt. 94 ss . D. Lgs 58/1998.
7.2. Il presente Avviso e l'intera procedura di vendita sono regolati dalla Legge Italiana.
7.3. Per ogni controversia relativa al presente Avviso e all'intera procedura di vendita sarà esclusivamente competente il Foro di Lecco.
7.4. Per informazioni, gli interessati potranno rivolgersi al Curatore al seguente recapito: info@studiobolis.it e, previo accordo con lo stesso, potranno accedere all'azienda fino a tre giorni prima di quello fissato al punto 5.2.
7.5. Il Fallimento non assume alcun obbligo con riguardo alla veridicità, correttezza e completezza delle informazioni e/o della documentazione fornita nel contesto della procedura competitiva per l'individuazione della migliore offerta di acquisto.
7.6. Il presente Avviso sarà inserito sul sito internet www.tribunale.lecco.it almeno 30 giorni prima della data fissata per la presentazione delle offerte; inoltre almeno 30 giorni prima della data fissata per la presentazione delle offerte sarà pubblicato su Sole 24 Ore; sarà altresì inviato
per posta elettronica a tutti coloro che hanno formulato offerte ovvero manifestazioni di interesse per l'acquisto del Ramo d'Azienda.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco