Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.894.815
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Museo del treno
Il Treno.. cos’è?... Quante persone hanno lavorato con e per il Treno? Chi lo progetta, chi lo costruisce, chi lo organizza, chi lo guida, chi lo usa. Cernusco Lombardone ha una caratteristica: ha “dato” al Treno tanti uomini e donne perché si costruisse, perché funzionasse. Quanti Cittadini di Cernusco Lombardone hanno lavorato nelle Ferrovie dello Stato. La tecnologia ed il progresso stanno cambiando tante cose, ormai non ci bastano più i servizi attuali, è giusto e logico sviluppare le nostre reti di trasporti, il business impera e comanda. Questo non toglie che dobbiamo salvaguardare anche ciò che ha dato ai nostri genitori, ai nostri nonni, ed in questo caso anche a qualche bisnonno. Non molti sanno che la linea ferroviaria Milano – Monza (1849) è stata la seconda realizzata in Italia dopo la Napoli – Portici (1839) Dopo pochi anni si è sentita la necessità di prolungare la linea fino a Lecco. Nel 1864 è stato preparato il progetto e la prima locomotiva è arrivata a Cernusco Lombardone il 27 Dicembre 1873. “Tutto il paese si riversò presso i muretti di Via Monza e sui ronchi oltre il Molgora per assistere al passaggio della prima sbuffante vaporiera che trainava alcune vetture” (Cixinuscolo Lombardone) “In genere sono tutti contadini, circa un centinaio lavora nella ferrovia come badilanti, le ragazze e le donne vanno alla tessitura e all’opificio”, annotava il Parroco Don Gilardelli. (appunti della pubblicazione del Centenario della Consacrazione della Chiesa 1906-2006 – concessione del prof. Antonio Fioretti) La premessa per dire che ritengo che non si possa buttar via un pezzo di Storia e di Cultura del nostro Comune e del nostro Territorio. La proposta è semplice ed è stata inoltrata all’inizio di Aprile al Comune, alla Provincia ed alla Regione. Salviamo il Magazzino della Stazione di Cernusco Lombardone! Trasformiamolo in un Museo delle Ferrovie Locali, cerchiamo di tramandare la Storia e la Cultura della nostra zona, del nostro Comune. Stiamo vivendo un momento legato a scelte politiche ed a situazioni economiche difficili, lo so, ma credo che esistano Istituzioni, Associazioni e Cittadini che credono ancora nei nostri Valori Veri. Credo nella Cultura e nella Storia del nostro Paese. Piermario Raimondo
Articoli correlati

Per consultare gli articoli antecedenti a giugno 2010 vai alla ricerca in archivio.