Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.888.535
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Galbusera Bianca
  • indirizzo: Via Glabura Bianca 2 -località Monte
  • paese: Rovagnate
  • telefono: 0335 284174
  • fax:
  • e-mail: gbesana@besana.com
  • sito web:

IL LUOGO

Galbusera Bianca è un complesso agricolo composto da 1 casa padronale, 3 cascine, 1 stalla e 1 chiesetta, riuniti insieme a formare un piccolo borgo già noto nel 1348 con il nome di Valbissera.
L'etimologia del nome può essere ricercata nella radice latina "Gallicus Albus Agger" (Bianche fortificazioni galliche), mentre il distinguo "bianca" sembra legato alla coltivazione dell'uva bianca. Il fondo annesso è composto da 26 ettari in zona collinare terrazzata e ancora in parte coltivata a vigneto e frutteto, ed è situato nel centro del Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone, 50 km. a nord di Milano, è tutelato dalla Comunità Europea per i suoi valori ambientali ed è completamente circondato da un cerchio di colline.
La sua particolare conformazione di "centro" racchiuso dalle colline circostanti suggerisce la sensazione forte e intensa di essere in un piccolo mondo di natura armonica ancora incontaminata, in cui ritrovare immagini di un paesaggio agricolo e naturale conservato nel tempo, e dove sia possibile recuperare nella speciale energia del luogo quell'equilibrio uomo-natura che altrove è andato completamente perduto.
Gli edifici sono oggi in pessimo stato di conservazione, sonoi abitati da una famiglia di 4 persone, e saranno a breve completamente ristrutturati.

IL PROGETTO

La mia idea di sviluppo di Galbusera Bianca si articolerà negli anni prossimi nei seguenti punti:
1) Un'azienda agricola biodinamica, che coltiverà soprattutto frutta, in parte ortaggi e in parte fieno per gli animali, circa 4-6 mucche sistemate nella stalla esistente.
Il metodo biodinamico in agricoltura consiste nel cercare l'equilibrio del terreno, delle piante coltivate e degli animali considerati tutti come organismi viventi che collaborano per costruire un sistema armonico di forze vitali, dove i frutti della terra coltivati dalla mano consapevole dell'uomo diventano nutrimento fisico e spirituale per l'uomo stesso. Sarà un "giardino da mangiare", con una grande attenzione per le forme, i colori e la vitalità del'agricoltura e del paesaggio, con qualità di frutta e di verdura dai sapori antichi e speciali, da consumare sia freschi che trasformati in succhi con alte qualità nutrizionali e terapeutiche. A febbraio 2.001 è iniziata la piantumazione del vivaio di varietà antiche di frutta, soprattutto autoctona
2) Un agriturismo dove dormire nel silenzio del canto della natura e nutrirsi dei colori e dei sapori della sua sua energia, composto da 15 camere doppie con bagno e 80 posti ristorante, di qualità alta, che conserva nelle sue forme la memoria e lo spirito del borgo, ristrutturato con tecniche di bioarchitettura ed attento all'utilizzo delle risorse energetiche nella direzione di uno sviluppo sostenibile (produzione autonoma di energia elettrica da fonti naturali, protezione da inquinamenti elettromagnetici, fitodepurazione e riciclo e delle acque di scarico, etc. ). Ospitalità da primavera 2.004

3) Un "terapeuticum", clinica della salute nella quale ritrovare un equilibrio e un benessere fisico attraverso metodi di medicina naturale, visitati da terapeuti indipendenti curati anche attraverso i prodotti agricoli e officinali dell'azienda, coltivati dai pazienti che lo desiderano come parte integrante del proprio percorso di autoguarigione.
"La natura cura l'uomo che cura la natura".
4) Un "Centro" di trasformazione di persone che attraverso esperienze anche diverse tra loro di natura e dentro la natura possano ritrovare il proprio"centro" interiore attraverso un lavoro di "ecologia profonda". Un luogo accogliente, una culla protetta, un luogo di luce dove aprire nuove porte per coltivare il giardino interiore dell'anima, ritrovare l'immagine e la forza della propria radice e far germogliare il seme del proprio destino, cercare il proprio senso del sacro e dell'eterno, condividere il silenzio della tranquilllità e l'ascolto del cuore della natura, riconquistare la visione dei propri occhi di bambino con la coscienza della propria energia che fluisce, appagare per quanto ci è dato la nostra sete di saggezza e ricerca dell'estasi, riunire in un grande oceano di pace e di gioia i molti mari dei molti spiriti del mondo.

Galbusera Bianca, col suo grande prato tagliato a forma di spirale e racchiuso al centro di un cerchio di colline è "umbilicus mundi" di un organismo complesso e cosmico in evoluzione, un luogo “di mezzo”, un punto di passaggio dove il cielo e il sopra e il fuori e il futuro, la terra e il sotto e il dentro e il passato, si possono reciprocamente fondere nelle forme di bioarchitettura di un tempio delle cure olistiche, nel mutevole divenire di un tempio dell'acqua, nella gaiezza di un semplicissimo agriturismo, nei giardini segreti che coltiveremo a immagine e somiglianza delle nostre idee del divino che si manifesta nel mondo. Proporremo ai nostri ospiti spazi di natura per bagni terapeutici in acque calde, immersioni nei boschi e meditazioni e yoga, li inviteremo a riscoprire la propria voce nel canto e la propria melodia nella musica, a risvegliare il proprio corpo amorevolmente curato da massaggi e aprirlo al gesto e al movimento e alla danza, celebreremo insieme l’armonia della terra e ritroveremo insieme la voglia di sporcarci le mani nelle coltivazioni degli orti e nella cura del bosco, e poi il piacere di cucinare e mangiare i prodotti di questo luogo vitale della natura per ritrovare la natura vitale dell’uomo.
Una immersione nel profondo del nostro silenzio in connessione con la natura in un'oasi a pochi chilometri da Milano, dove l'energia del "genius loci'" di Galbusera Bianca non ha bisogno di parole per entrare dentro il cuore, ma di un tempo senza tempo di partecipazione e condivisione per tramutarsi nella antica sapienza di nuove anime capaci di dire l'indicibile.
Un Centro aperto ad ogni pensiero, religione, idea e visione del mondo che ricerchi equilibrio tra uomini e natura. Un profondo respiro in uno spazio di silenzio e di ascolto, un grande cuore aperto e pieno di speranza, allegria e gioia di vivere.
Attività da primavera 2.001 sotto la grande tenda "Tempio della Terra"

"Auguri a te che liberi il tuo spirito"

Articoli correlati

Per consultare gli articoli antecedenti a giugno 2010 vai alla ricerca in archivio.