Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 48.989.591
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 24 giugno 2016 alle 16:50

Wikimania: ad Esino il co-fondotare dell'enciclopedia libera 'cita' Jo Cox e Donald Trump, il sindaco gli consegna le chiavi del paese

Stamattina per l'apertura dell'evento Wikimania 2016 il palazzetto dello sport di Esino Lario era gremito di persone: c'erano i wikipediani giunti da tutto il mondo, i numerosissimi volontari delle associazioni, una forte presenza della stampa. Tutti aspettavano con entusiasmo l'intervento del cofondatore di Wikipedia, l'americano Jimmy Wales, l'uomo che insieme a Larry Sanger nel 2001 fondò l'enciclopedia online a contenuto libero più grande e famosa della rete. Una cerimonia che ha dato il via all'evento più importante per la comunità di Wikipedia. Un'occasione, quella di Wikimania, in cui gli addetti ai lavori possono incontrarsi, scambiare le idee, i progetti, porre le basi del futuro di questa piattaforma globale.

Il palazzetto dello sport gremito di wikipediani

Ad aprire la cerimonia c'era la responsabile organizzativa del progetto Wikimania 2016 Iolanda Pensa, che ha colto l'occasione per ringraziare nuovamente tutti coloro che hanno reso possibile realizzare l'ambizioso progetto di portare un evento di scala internazionale nel piccolo comune montano di Esino Lario. Solo una breve introduzione, perchè tutti stavano aspettando che a prendere la parola fosse proprio il guru della comunità, Jimmy Wales, che è salito sul palco tra gli applausi eccitati dell'intero palazzetto.

La responsabile organizzativa del progetto Wikimania 2016 Iolanda Pensa

Lo stesso Wales non ha potuto che rimarcare quanto questa occasione è "un momento molto entusiasmante per la comunità", che si è riunita quest'anno a Esino Lario, ponendo il piccolo paese sullo stesso livello di grandi metropoli straniere come Città del Messico, Londra e Hong Kong. Simbolicamente, il primo pensiero di Wales è rivolto all'amica Jo Cox, la parlamentare inglese cruentemente assassinata nella scorsa settimana da un militante di ultradestra, nell'ambito della campagna contro la Brexit.
VIDEO


 "Ci sono persone nel mondo che istigano all'odio e alla violenza", ha detto Wales, mostrando l'immagine del candidato alle elezioni presidenziali americane Donald Trump. "Wikipedia è internazionale; Wikipedia è un luogo di aggregazione tra le persone, un luogo di incontro tra culture. La conoscenza è per la pace, perchè porta alla comprensione reciproca".

Il cofondatore di Wikipedia Jimmy Wales

Dopo aver espresso quali sono i principi cardine che stanno alla base del progetto Wikipedia, Wales è passato alla premiazione di coloro che si sono distinti per i propri meriti nelle varie comunità nazionali, e che con orgoglio si sono alzati in mezzo alla platea ricevendo gli applausi di tutti i presenti. Infine, l'annuncio di un cambio di gestione nel board della Wikimedia Foundation, l'organizzazione no profit che ospita il progetto Wikipedia. Il nuovo responsabile sarà Katherine Maher, che in precedenza ha lavorato presso Banca Mondiale, UNICEF e AccessNow.org, un ente per la difesa della proprietà intellettuale sul web.

  Wales si congratula con una wikipediana meritevole

  Jimmy Wales e Katherine Maher, neoeletta responsabile di Wikimedia Foundation

Ha preso poi la parola Catherine De Senarclens, portavoce per il comune di Esino, che ha raccontato come sia stato possibile, e faticoso, trasformare il paese di Esino Lario in un centro congressi internazionale. "Esino non è nel bel mezzo del nulla" ha esordito. "Se prendete la cartina, sta tra il nord Europa e Roma. Il primo grande problema risolto da Esino con provincia e Regione è stato la strada. Poi si sono abbattute le barriere architettoniche, abbiamo potenziato le comunicazioni, abbiamo creato nuove linee di telecomunicazione dove non ci fossero. Abbiamo speso i soldi in investimenti per il paese. È stato anche organizzato un corso di inglese per gli abitanti di Esino. Molti non sapevano cosa fosse Wikipedia, e così sono stati fatti degli incontri con la popolazione. L'organizzazione ha anche contattato le scuole del territorio lecchese, che hanno raccolto la nostra iniziativa e hanno selezionato dei volontari".

Catherine De Senarclens, portavoce per il comune di Esino

"Il pregio di un paese come Esino - secondo la portavoce del Comune - è stato quello di aver dato visibilità alla comunità dei wikipediani". Una visibilità che le grandi metropoli non avrebbe saputo altrettanto valorizzare. Ed è a questo punto che il sindaco di Esino Pietro Pensa ha consegnato a Jimmy Wales la chiave della città, "che non è la chiave di accesso per il paese, perchè Esino è già aperto a tutti. Questa è la chiave per il cambiamento".

Il sindaco Pietro Pensa consegna la chiave della città a Jimmy Wales

Articoli correlati:
22.06.2016 - ''Wikimania'': a Varenna il taglio del nastro, 'cambiamenti nello spazio fisico e mentale'
Simone Apicella
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco