Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 64.642.201
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 12 settembre 2014 alle 11:17

Comunità montana Val San Martino: tante le proposte per 'appassionare' gli studenti

Tornano anche quest'anno le uscite didattiche, gli approfondimenti, le attività educative e i laboratori proposti dagli esperti della Comunità montana Valle San Martino e Lario Orientale alle scuole del territorio per portare gli studenti lecchesi alla scoperta delle bellezze e delle particolarità delle nostre montagne.
Percorsi appositamente studiati per le diverse fasce d'età dei ragazzi, che possono cosi apprezzare la natura, l'ambiente, la storia, le tradizioni del circondario.
Sono tre i macro-argomenti in cui sono suddivise le attività didattiche offerte per l'anno scolastico 2014-2015, ognuno dei quali prevede diverse tipologie di interventi e di approfondimenti: "Uomo ambiente e biodiversità", "Alla scoperta della montagna" e "Tra fede, storia, arte ed etnografia".

Le attività prevedono quando possibile l'unione tra una lezione nelle aule e un'uscita per consentire agli alunni di toccare con mano ed osservare con i propri occhi quello che i collaboratori della c.m. hanno insegnato loro.
Si va dalla visita al giardino botanico di Villa De Ponti a quella del museo del muratore Ca' Marti' di Carenno, dal "Percorso naturalistico del Pertus" attraverso cui conoscere la natura delle montagne locali ma anche delle attività produttive su cui si fondava l'economia montana di una volta, al percorso dedicato agli ecosistemi dei torrenti.
Ma ci sono anche attività più particolari, che possono rappresentare un'opportunità davvero unica per i piccoli alunni.
Come il laboratorio "Il mondo delle farfalle" nel quale ai bambini vengono svelati i segreti della vita di questi coloratissimi insetti, con la possibilità di compiere una uscita per osservarle nel loro ambiente naturale e/o di realizzare un giardino per le farfalle nel cortile della scuola.
Dedicato allo sport è invece il percorso "l'evoluzione tecnica dell'alpinismo e dei materiali" che coniuga l'arrampicata con la tradizione metallurgica lecchese. Particolarissimo è anche il modulo "l'agricoltura tradizionale: il mais scalogno di Carenno": attraverso la visita ad aziende agricole che lo coltivano gli alunni potranno scoprire la storia di questo cereale, tornato negli orti carennesi grazie alla semina nel 2010 di 120 chicchi di questa varietà di mais conservati presso la banca di germoplasma dell'università per la ricerca della maiscultura di Bergamo.
Senza dimenticare le esposizioni museali: la casa museo Caterina e Giuditta Cittadini, il museo parrocchiale "Don Carlo Villa" di Rossino, museo del muratore a Carenno, museo di scienze naturali "Don Bernardino Gavazzeni" a Celana, museo del monastero di Pontida e la collezione di fossili e minerali "Luigi Torri" di Caprino.

Gli insegnanti e gli istituti scolastici che siano interessati ad offrire questi approfondimenti, totalmente gratuiti per i piccoli alunni, possono consultare il sito della comunità montana
http://www.comunitamontana.lc.it/docinf.jhtml?param1_1=N1486385173601f1a150
Le iscrizioni scadono il 30 settembre.

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco