Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 34.654.484
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 07 maggio 2017 alle 08:57

Bellano: premiati i partecipanti al Concorso Incipit di LetteLariaMente con storie e video

"Europa: un sogno?". È stato questo il tema della nona edizione del Concorso Incipit 2017 promosso dall'Associazione LetteLariaMente, nata nel 2006 con l'intento di promuovere la lettura, la scrittura, la musica, il cinema e le arti visive. 85 i giovani studenti del territorio tra i 14 e i 25 anni che hanno partecipato alla sezione letteraria del contest, inventando un racconto a partire da alcune riflessioni di Paul Ginsborg immedesimandosi nei panni di Jonathan e Maria, due ragazzi iscritti al programma Erasmus.

Il regista Mattia Conti e Liù Lamperti, presidente di LetteLariaMente

Per la prima volta, inoltre, il Concorso Incipit è stato esteso anche a forme alternative alla scrittura, ovvero il linguaggio audiovisivo e il teatro: sei i video in gara, tutti premiati dalla giuria - in collaborazione con Mattia Conti, giovane regista di Molteno - con un riconoscimento simbolico perché "caratterizzati, nelle loro peculiarità, da punti di forza che meritavano di essere valorizzati a dovere".

Luca Pedrazzoli, del Servizio Giovani del Comune di Lecco, e Costantino Ruscigno, membro del consiglio direttivo di LetteLariaMente

Gaia Panzeri con Mattia Conti e Liù Lamperti

"Siamo davvero soddisfatti, l'iniziativa ha riscosso uno straordinario successo, superando di gran lunga tutte le nostre aspettative" ha affermato Liù Lamperti, presidente di "LetteLariaMente", che nel pomeriggio di oggi, sabato 6 maggio, ha premiato presso il Cinema-Teatro di Bellano - Comune partner dell'evento - i ragazzi che sono risultati vincitori nelle diverse categorie.

Sulla sinistra Matilda Mason e Alessandro Ascani Orsini



"Abbiamo voluto scommettere su un tema tanto difficile quanto delicato, ma gli studenti hanno ripagato la nostra fiducia nel migliore dei modi, presentando dei lavori complessi, frutto di ottime riflessioni. Per citare Paul Ginsborg, dopo la terribile perdita di sangue umano che ha caratterizzato la storia del nostro continente nei primi decenni del Novecento, lo sviluppo, dal 1957 in poi, prima della CEE e successivamente dell'Unione Europea, è stato considerato uno straordinario successo: questo "modello", con il suo alto livello di solidarietà sociale, i suoi indimenticabili viaggi-studio Erasmus e la sua capacità di abbattere barriere di ogni tipo, nel primo decennio del 2000 ha nettamente vinto il paragone con gli Stati Uniti, imperialisti e aggressivi, e con la Cina, repressiva e monolitica. Un modello che però, negli ultimi tempi, si sta trovando di fronte a una dura prova, che rischia di disgregare l'Unione a causa di tre fattori principali: la politica economica del neo-liberismo, che ha fatto aumentare drammaticamente il potere selvaggio del capitalismo finanziario e le grandi disuguaglianze sociali; il cosiddetto "deficit democratico" e, da ultime, le ondate migratorie. L'Europa, quindi, ha un disperato bisogno di rimettersi in cammino verso un'unione effettiva: è un problema che coinvolge ciascuno di noi, dai più giovani ai più anziani, e che merita un serio approfondimento anche nelle scuole. Questi ragazzi, ad esempio, hanno dimostrato di avere un sincero interesse per queste tematiche, sviluppate con originalità e creatività: non dobbiamo disperdere queste energie fresche, ma piuttosto cercare di sfruttarle al meglio attraverso un lavoro sinergico tra singoli, scuole, associazioni, mondo del volontariato e istituzioni".

 

I ragazzi classificati dal quarto al decimo posto nella categoria 17-25 anni del concorso di scrittura

Questi i nomi dei ragazzi che hanno partecipato alla sezione video del Concorso Incipit, realizzando un filmato della durata massima di cinque minuti con immagini, musica e brevi interviste:
Gaia Panzeri (Liceo Scientifico "L. Rota" di Calolziocorte, classe prima);
Martina Ravasi, Micaela Villa, Costanza Dell'oro, Gaia De Capitani, Zaida Riva (Istituto Superiore di Grafica, Moda e Design di Lecco, classe seconda, primo gruppo; con la collaborazione della Prof. Katia Angioletti);
Paolo Colombo, Francesco Zuffi, Giada De Caria, Nicole Giro, Vittoria Krenn, Laura Fumagalli (Istituto Superiore di Grafica, Moda e Design di Lecco, classe seconda, secondo gruppo);
Sara Impellicceri, Marco Nasazzi, Carlo Perfetti, Damiano Schettini, Martina Ravasi, Giorgia Bellezzi (Istituto Superiore di Grafica, Moda e Design di Lecco, classe seconda, terzo gruppo);
Sara Matteri, Sajana Konganiege, Momy Niang, Martina Mainetti, Greta Rigamonti, Giorgia Manzoni, Cristina Curti, Chiara Pina, Caterina Palma, Alice Frigerio, Alessia Teani, Beatrice Volontè (Istituto Superiore di Grafica, Moda e Design di Lecco, classe terza);
Alina Panainte, Martina Locatelli, Singh Navdeep, Sara Canavesi, Alice Colombo, Maria Letizia Cucchi, Lisa Donizetti, Noemi Fumagalli, Susanna Invernizzi, Seth Kibuaka, James Komba, Luca Milani, Umberto Milani, Ilaria Panzeri, Camilla Rignanese, Epy Margoth Salcedo Espiritu, Tobbo Mpeck Vital, Angelica Vermiglio, Iris Saponaro (Scuola Secondaria di I grado "A. Stoppani" di Lecco, classe terza C; con la collaborazione della Prof. Simona Esposito).

Al centro Francesco Castelli

Ad aggiudicarsi, invece, la "palma" del vincitore del concorso di scrittura - per la categoria 17-25 anni - è stato il 23enne calolziese Francesco Castelli, studente all'Università Bocconi di Milano; secondo posto per Carlo Maria Cattaneo, iscritto al Politecnico di Lecco, e medaglia di bronzo per Matteo Colombo, 18enne dell'Istituto "Bachelet" di Oggiono. Tra i più piccoli, invece, i primi classificati sono stati Matilda Mason e Alessandro Ascani Orsini, entrambi 16enni, che hanno scritto un racconto "a due mani" impersonando proprio Jonathan e Maria, i due studenti Erasmus; sul secondo e terzo gradino del podio, infine, si sono posizionati rispettivamente Gaia Martino e Anna Sangiorgio, entrambe di Merate. In ambedue le categorie, hanno poi ricevuto un simbolico riconoscimento anche i ragazzi che si sono classificati dal quarto al decimo posto, selezionati dalla giuria tra gli 85 partecipanti per il loro eccellente lavoro.

Scroscianti gli applausi rivolti loro dai presenti al Cinema-Teatro di Bellano, nonché, "a distanza", dal sindaco Antonio Rusconi, che ha promesso di proiettare i video del Concorso Incipit prima di ogni film trasmesso in sala, così da diffondere il più possibile la positiva esperienza dei ragazzi.

Alcuni ragazzi dell’Istituto di Grafica, Moda e Design e dell’Istituto “A. Stoppani” di Lecco

Al termine della cerimonia, il pomeriggio si è concluso con un aperitivo presso il Palasole, che in questo fine settimana sta ospitando la decima edizione di "Piccoli Editori in Fiera": sempre in questo contesto, nella mattinata odierna sono stati premiati anche gli studenti delle Scuole Medie che hanno partecipato al concorso di scrittura su incipit di Dino Ticli, incentrato sul tema "L'Europa che Vorrei": oltre 100 gli iscritti, che hanno avuto modo di mettersi in gioco - al pari dei loro compagni più grandi - in un'attività decisamente originale e stimolante.

B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco