Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 31.450.163
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 10 settembre 2017 alle 16:06

Grassi: 'giorno di riposo' infrasettimanale per diverse classi, 'regole' per chi va in trasferta

Il Liceo Grassi di Lecco
In attesa della prima campanella il dirigente scolastico del Grassi di Lecco ha reso noto, tramite una circolare a propria firma datata 8 settembre, l'organizzazione interna del Liceo, interessato - come noto - da un vasto cantiere per la messa in sicurezza dei controsoffitti di diversi ambienti giudicati, a seguito delle verifiche disposte dalla Provincia, quale ente gestore dell'immobile, potenzialmente a rischio crollo.
Stante la carenza di spazi in Largo Montenero, per via appunto dei lavori, gli alunni delle classi 2^C,  3^B, 4^B, 3^C, 5^A e 5^C  inizieranno l'anno "in trasferta": i primi tre gruppi, "accompagnati" da un collaboratore scolastico a loro dedicato e dai loro insegnanti, troveranno posto nelle aule 40, 43 e 44 al primo piano dell'Istituto Fiocchi mentre i restanti faranno provvisoriamente lezione nelle stanze 215, 219 e 221 dell'Istituto Parini che ricambierà così l'ospitalità ricevuta 12 mesi fa dai propri studenti, costretti a lasciare la sede in quanto anch'essa oggetto di importanti interventi in tema di antisfondellamento, problema comune ai plessi edificati nel medesimo momento storico.
I ragazzi del Grassi, "alloggiati" provvisoriamente al Fiocchi e al Parini, dovranno adattarsi alla "scalettatura" della vita scolastica prevista dall'Istituto a cui sono stati destinati. Invariato per loro l'inizio delle lezioni alla mattina (fissato alle 8.05) mentre la quinta ora, per il primo gruppo, finirà 10 minuti prima (alle 12.50) rispetto all'orario di uscita previsto per il secondo (ore 13 con la possibilità di chiedere un "anticipo" di qualche minuto da parte di chi ha urgenze legate a treni in partenza dalla stazione ferroviaria). Niente uso del telefono a scuola (come già al Grassi) se non eventualmente per fare foto ai compiti, non avendo a disposizione una fotocopiatrice e minima "commistione", poi, con i compagni "autoctoni": l'ingegner Adamo Castelnuovo, prega infatti i propri alunni di non spostarsi durante l'intervallo in spazi diversi rispetti a quelli a loro riservati, con tale disposizione etichettata come "tassativa" per quanto attiene il Fiocchi.
Ma le novità non interessano solo le sei classe spostate in altro istituto: basta scorrere infatti le tabelle con gli orari di lezione per capire come il 2017/2018 sarà un anno assolutamente particolare - almeno fino alla chiusura del cantiere - per tutti i ragazzi del Grassi. C'è infatti chi non avrà lezione il lunedì, chi resterà a casa il martedì, chi il mercoledì e chi avrà come giorno libero il giovedì o il venerdì. I più fortunati faranno la settimana corta, con le lezioni concentrate ma c'è anche chi invece, di contro, resterà 6 ore a scuola anche il sabato (o solo il sabato come gli alunni di 5C che gli altri giorni faranno 4 o 5 ore).
Gli studenti dovranno, di volta in volta, controllare in quale aula prendere posto, essendoci chiaramente delle stanze interdette all'uso.
E' lo stesso preside, nelle comunicazione a famiglie e iscritti, a spiegare come si è arrivati a tale organizzazione: "durante l'estate nel nostro Liceo sono state effettuate verifiche sui soffitti dello stabile a seguito di alcune rilevazioni svolte dai responsabili della sicurezza, con conseguente chiusura di alcune classi. In un secondo momento, vi è stato un controllo della Provincia su tutto l'edificio, i cui risultati conclusivi hanno messo in luce una situazione di parziale compromissione dello stabile e la necessità di lavori di ristrutturazione. Allo stato attuale alcune aule risultano inagibili, così come tutto il piano seminterrato e la biblioteca. La palestra è agibile ma vi si può accedere solo dall'esterno. La soluzione che è parsa meno disagevole, rispetto alla possibilità iniziale di essere su cinque sedi, è stata quella di ridurre a due le scuole ospitanti (Istituto Fiocchi e Istituto Parini) e di formulare un'organizzazione che prevede la settimana corta ciclica con lezioni di sei ore e due intervalli per le sole classi che rimarranno in sede. L'articolazione delle ore pomeridiane del Liceo Musicale resta invariata. In tal modo solo sei sono le classi del Liceo Grassi che, fino al termine dei lavori, saranno ospitate all'esterno".
La data del "ritorno alla normalità" non è indicata.
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco