Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 59.344.035
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 05 marzo 2018 alle 15:24

Nogara (Lega): ‘’ora conquisteremo anche Calolzio, Lecco e Valmadrera”. Il Carroccio potrebbe divorare anche il seggio di FI in Regione Lombardia

Flavio Nogara
“Il nostro è un risultato eccezionale, ma di certo non inaspettato: sapevamo che eravamo sottostimati dai sondaggi e dagli avversari. Già ieri sera dai primi dati abbiamo capito di aver raggiunto un risultato storico, ma questa mattina ne abbiamo avuto la conferma: ci siamo risvegliati e abbiamo capito che non era un sogno ma una bellissima realtà”.
Così Flavio Nogara, candidato in Regione ed ex segretario provinciale della Lega Nord (si è dimesso per partecipare alla corsa elettorale) ha commentato il risultato che ha incoronato Matteo Salvini e il Carroccio, sia nelle regioni storicamente a trazione leghista ma anche nel mezzogiorno, dove il simbolo ha fatto il suo ingresso per la prima volta nelle urne.
“Nessun altro credeva che potessimo ottenere un riscontro così positivo anche nei territori del Sud Italia. Ma noi ce lo sentivamo: da Bari ad Ascoli, le piazze ci hanno accolto con grande entusiasmo, abbiamo subito capito che il riscontro c’era” ha continuato Nogara.
In Provincia di Lecco il risultato è stato inequivocabile. La Lega in alcuni comuni è riuscita a superare, da sola, il 50°% (Cortenova, Taceno, Morterone): “Sono orgoglioso di aver traghettato la Lega in questi 3 anni. Nel lecchese abbiamo confermato il successo di Salvini e significa che è stato fatto un buon lavoro. Ora siamo pronti a governare ovunque: abbiamo i numeri. Andremo a riprenderci Calolzio, Valmadrera e poi Lecco”.
Il segreto? Per Nogara è stato l’averci messo la faccia: “Abbiamo fatto un grande lavoro in campagna elettorale. Ci abbiamo messo la faccia, siamo andati casa per casa, abbiamo volantinato anche nei paesi più piccoli. Credo che per gli elettori sia stato importante poter scambiare quattro chiacchiere direttamente con un candidato: sono andato di persona nei mercati, nelle frazioni più piccole e isolate della Valsassina”.
Ora si attendono i risultati delle regionali. I primi exit-poll danno Fontana in grande vantaggio (Gori potrebbe fermarsi al 30%). L’ottimismo nella sede elettorale della Lega, in via Cairoli, è palpabile. I militanti sono pronti a festeggiare. E la vittoria potrebbe essere clamorosa: bisognerà aspettare i numeri veri dalle urne ma se venissero confermate le proiezioni che stanno iniziando a circolare, la Lega potrebbe fare “cappotto” e conquistare ben 2 consiglieri in Consiglio Regionale, “divorando” anche Forza Italia.
I primi calcoli dicono che il seggio dei berlusconiani è tutt’altro che sicuro, ma – per ora – non resta che aspettare.
“I primi exit-poll confermano l’ampia vittoria di Fontana: siamo chiaramente ottimisti ma aspettiamo di vedere quale sarà l’effettivo margine” ha continuato Nogara, che dovrebbe avere un biglietto “sicuro” per Milano. “Per ora è difficile prevedere se effettivamente riusciremo ad ottenere ben 2 consiglieri: siamo il primo partito ma i calcoli devono essere fatti con precisione, per il momento non mi sbilancio”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco