Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 46.075.120
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 16 maggio 2018 alle 19:01

Nuovi medici e infermieri. Lettera al Direttore

Gentile Direttore,
l’articolo dal titolo “ASST di Lecco: tre nuovi primari, sono il Dott. Spena (Neurochirurgia), Dott. Lombardi (Continuità) e Dott. Satta (Otorinolaringoiatria)” pubblicato il 10 maggio 2018 sulla Vostra testata ha catturato la mia attenzione per alcune delle dichiarazioni riportate al suo interno. In particolar modo quelle in cui si parla del tema della Fragilità, una tematica che a noi infermieri è molto cara e che ci vede coinvolti “in prima linea” nella sfida della presa in carico. Il Direttore Generale dell’ASST, Dott. Stefano Manfredi, nella dichiarazione riportata dalla Vostra testata, parla di un rafforzamento della rete con maggiore coinvolgimento dei «“nuovi” infermieri, sempre più preparati». Non posso che essere d’accordo sul fatto che sia necessario per rispondere al bisogno di salute dei cittadini un crescente coinvolgimento dei professionisti infermieri. Basta un veloce sguardo all’Osservatorio Cittadinanza Attiva-FNOPI, sviluppato a livello nazionale, per accorgersi che sono gli stessi cittadini a chiedere la nostra presenza sul territorio, nelle scuole, nelle farmacie o come “Infermieri di Famiglia”. L’infermiere di oggi si forma in università, con una Laurea Triennale che spesso viene seguita da Master, da Laurea Magistrale e Dottorati di Ricerca e suonano così in un certo senso “strane” le dichiarazioni riportate del Dott. Fabio Lombardi, al quale faccio i miei auguri per il nuovo incarico di cui è stato investito, che avrebbe detto «Si è trattato, in sostanza, di conferire al mio lavoro un'impronta più di natura infermieristica»: l’infermieristica è una disciplina che viene studiata e approfondita con uno specifico percorso e l’auspicio che voglio esprimere, è che nascano modelli organizzativi che prevedano, nei luoghi e nelle posizioni dove sono richieste competenze infermieristiche, la presenza di Infermieri.
Cordialmente.

Fabio Fedeli
Presidente - Ordine delle Professioni Infermieristiche di Lecco

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco