Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 54.202.225
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 06 agosto 2018 alle 15:31

ASD Padernese pattinaggio al top alle tre piste dell'Adriatico

Tre giovanissimi atleti hanno straordinariamente rappresentato il sodalizio di pattinaggio di velocità di Paderno d'Adda, ASD PADERNESE alla "3 piste dell'Adriatico".

Julia con Elena e Sara

Il tradizionale appuntamento di inizio agosto ha visto numerosissimi pattinatori in gara in 3 giornate di puro agonismo e adrenaliniche gare negli impianti rotellistici di San Benedetto del Tronto, Martinsicuro e Civitanova Marche.
Nella categoria giovanissime una grintosissima Giulia D'Arienzo ha lottato fino all'ultimo metro in tutte le gare, tranne che nella prima finale alla quale aveva avuto meritatamente accesso, gara non disputata da Giulia per l'impazienza dello starter e l'intransigente applicazione del regolamento da parte del Giudice Arbitro, che prevede una sola chiamata per gli atleti; è un peccato vedere così poca flessibilità colpire una mini atleta di 8 anni, colpevole solo di dover percorrere 300 m. per recarsi alla partenza, partenza data per l'appunto senza attenderla.

Questa finale non disputata le ha tolto la gioia di classificarsi nei primi 10 della sua categoria nella speciale classifica combinata, ma non certo l'entusiasmo e la tenacia con la quale la piccola ha affrontato il suo impegno agonistico.
Piazzamento nei primi 10 nella combinata raggiunto da suo fratello Diego D'Arienzo, nella categoria esordienti; serio e combattivo in ogni gara, anche quando ha dovuto affrontare a Civitanova una pista molto scivolosa senza le ruote adatte. Diego si è ben comportato soprattutto nelle gare di fondo che al momento lo vedono più a suo agio, rispetto a quelle brevi di velocità.

Umbertina Ravasi con Julia Bedon

 

Nella categoria R12 femmine la Padernese ha schierato la reginetta della categoria: innumerevoli le gare vinte tra la scorsa stagione e quella in corso, Julia Bedon non si è lasciata sfuggire l'occasione per ribadire fortemente la sua superiorità tecnica, fisica e tattica che la rende attualmente quasi irraggiungibile dalle avversarie. 6 gare e 6 vittorie, eguaglia il record che era di suo fratello Marco nella stessa manifestazione nel 2015, quando militava nella categoria ragazzi, come Julia ora.
Orgogliosa ovviamente Umbertina Ravasi, tecnico accompagnatore per questa trasferta, che ha potuto godere dell'ottimo potenziale delle promesse della Padernese.

Ora ci si prepara tutti per tifare Marco Bedon, fratello di Julia e la compagna Giulia Corsini che difenderanno i colori azzurri nel Campionato Europeo Cadetti a Ostenda, nelle Fiandre in Belgio dal 17 al 24 agosto.

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco