Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.365.821
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 07 agosto 2018 alle 08:27

Olginate: ‘esternalizzata’ la gestione della Biblioteca, diversi i cambiamenti in arrivo

La biblioteca di Olginate
Novità in vista per la Biblioteca Civica di Olginate: con il pensionamento di Giuseppe Fumagalli, impegnato dietro al “bancone dei libri” per più di due decenni, l’Amministrazione Comunale ha infatti deciso di esternalizzarne la gestione, emettendo un apposito bando della durata triennale, eventualmente rinnovabile per lo stesso periodo di tempo. Come ha spiegato il sindaco Marco Passoni, la gara è stata vinta dalla Cooperativa CAeB di Milano, specializzata proprio in archivistica, che inizierà il suo lavoro a Olginate con il prossimo 1° settembre: tantissime le biblioteche, di enti pubblici e privati in tutta Italia, sotto la sua gestione, tra cui quella del Politecnico di Milano e, di conseguenza, del Polo Territoriale di Lecco di via Previati. “Da parte nostra c’è grande fiducia in questa nuova collaborazione, che si concretizzerà forse già nei prossimi mesi in un ampliamento degli orari della nostra Biblioteca, che probabilmente resterà aperta anche il sabato pomeriggio e almeno una sera in settimana” ha chiarito il primo cittadino. “Diversi anche i progetti che la Cooperativa ha garantito di realizzare sul nostro territorio, dagli incontri con gli autori alla promozione di giornate di lettura nel parco di Villa Sirtori, dalle attività con le scuole alla possibile creazione di un locale all’interno della struttura per la libera consultazione di volumi, con tanto di computer e tablet a disposizione di tutti, senza costi aggiuntivi per il nostro Comune. In loco sarà sempre presente una bibliotecaria “di professione”, con una laurea nel settore, che affiancherà i giovani che di anno in anno si avvicendano dietro al bancone grazie all’esperienza di Servizio Civile: con il 2019, peraltro, quest’ultima sarà ulteriormente implementata, dando la possibilità di candidarsi a due ragazzi contemporaneamente, invece che a uno solo”. Una vera e propria rivoluzione, insomma, per la Biblioteca di Olginate, che nell’arco di qualche anno potrebbe anche lasciare la “storica” sede di Villa Sirtori per essere trasferita in via Redaelli, a due passi dalla Scuola Secondaria di I grado, nei locali dell’ex Municipio ancora in attesa di una serie di interventi di ristrutturazione che dovrebbero prendere il via entro la fine del 2018. Nel frattempo, nel corso del prossimo Consiglio Comunale utile, l’Amministrazione targata Passoni consegnerà un simbolico riconoscimento al bibliotecario Giuseppe, in segno di gratitudine per la sua appassionata dedizione al “regno” degli oltre 38.000 libri olginatesi, al quale nel corso degli anni ha conferito una spiccata impronta artistica, ben nota e apprezzata in tutto il circondario.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco