Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.078.212
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 30 ottobre 2018 alle 12:40

UIL Lario: giornata di maltempo, ma non per i portalettere

Ieri è stata una giornata disastrosa e di allarme rosso per la situazione di maltempo nei territori di Como e Lecco, con molte strade allagate e chiuse. Le indicazioni della Protezione Civile in queste circostanze sono quelle di non mettersi in strada se non strettamente necessario. Mentre per i portalettere queste indicazioni non valgono! I postini continuano ad essere mandati per strada, perdipiù con mezzi di trasporto poco idonei a muoversi in vie sommerse dall'acqua. Il maltempo c’è, ma non per i portalettere. La UIL Poste del Lario ritiene che il rischio di incolumità a cui sono esposti in queste situazioni è alto e ciò, oltre a dimostrare una scarsa sensibilità e attenzione nei confronti dei lavoratori, è anche contrario alle norme in materia di tutela sulla salute e sicurezza sul lavoro, previste dal D. Lgs 81/2008, che assegna al datore il compito, tra gli altri, “dell’eliminazione dei rischi e, ove ciò non sia possibile, la loro riduzione al minimo in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico”. La UIL Poste del Lario ritiene che in caso di allarme maltempo deve essere vietato lo svolgimento dell’attività di consegna della corrispondenza, che può essere garantita solo se il portalettere è dotato di mezzi idonei.
Giuseppe Incorvaia, Segretario Generale UIL Poste Lario
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco