Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 59.282.117
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 15 novembre 2018 alle 16:47

Trafilerie: fatturato e redditività in miglioramento nel 2017

Il 2017 è stato un anno di crescita per le trafilerie italiane, caratterizzato da un generale miglioramento dei risultati. È quanto è emerso dai lavori del convegno che si è tenuto nel pomeriggio a Lecco Trafilerie: l’evoluzione di un settore chiave”, organizzato da siderweb in collaborazione con Camera di commercio di Lecco, Lariodesk, Distretto Metalmeccanico Lecchese e Metal District Skills e ospitato dall’Auditorium “Casa dell’Economia”. Si è trattato della seconda tappa di Bilanci d’acciaio, il progetto che fotografa la situazione economico-finanziaria della filiera dell’acciaio attraverso l’analisi di oltre 4mila bilanci delle imprese che la compongono, presentata lo scorso 6 novembre a Brescia. Le prossime tappe saranno a Napoli, il 22 novembre, e a Vicenza, il 29 novembre. "Oggi Bilanci d’Acciaio 2018 è a Lecco, in uno dei distretti italiani più dinamici e specializzati. I settori della metalmeccanica e della trafilatura rappresentano una percentuale importante nell’utilizzo di acciaio e sempre più dovremo ragionare in termini cooperativi – ha dichiarato Emanuele Morandi, presidente di siderweb -. Se le informazioni relative all’uso di un bene diventano preziose per migliorare il prodotto, allora il mercato diventa ambito di relazione e non più solo di scambio e/o di scontro. Valori come la cooperazione, la contaminazione, il networking, la condivisione ribaltano le logiche e le dinamiche tradizionali del business. Un esempio di questa visione è rappresentato dalla collaborazione pluriennale tra Camera di Commercio di Lecco e siderweb". È la quarta volta che si rinnova la collaborazione tra Camera di commercio di Lecco e siderweb per momenti di analisi del comparto della trafilatura. "Oltre 1.700 imprese lecchesi operano nel metalmeccanico, e sulla trafilatura il Distretto è medaglia d'oro nazionale – ha spiegato il presidente della Camera di commercio di Lecco, Daniele Riva -. Una realtà che anche sui livelli dell’export mantiene elevate performance: la metalmeccanica lecchese è leader nell’export, totalizzando oltre il 30% delle esportazioni provinciali (+7,5% nel primo semestre 2018; avanzo commerciale ben oltre il mezzo miliardo di euro). Siderweb certifica – ha continuato - che nei prodotti della prima trasformazione dell'acciaio Lecco esporta oltre un quarto del totale lombardo e oltre un ottavo di quello italiano: non male per un territorio che conta il 3% delle imprese regionali e l’1% di quelle italiane! Ben vengano quindi momenti di approfondimento e confronto per delineare prospettive, minacce e opportunità del settore e per aiutare le MPMI a fare sistema".

Stefano Ferrari, responsabile Ufficio studi Siderweb


Il campione analizzato comprende 81 trafilerie. Nel 2017 hanno fatturato 2,179 miliardi di euro, in aumento di circa il 17% rispetto al 2016, soprattutto a causa dell’aumento dei prezzi delle materie prime (vergelle, barre, laminati). La redditività industriale (Ebitda) è salita dall’8,4% al 9,2% e l’utile netto dall’1,9% al 3,5% del fatturato. "Il 45% delle aziende del settore – ha spiegato Stefano Ferrari, responsabile Ufficio studi siderweb - fattura 10-50 milioni di euro, mentre le grandi imprese sono solo il 15%. A far registrare la migliore redditività sono però le imprese con un fatturato tra i 5 ed i 10 milioni di euro: utile netto al 6,6% del fatturato contro il 3,5% della media di settore, pur in presenza di un giro d’affari in calo". In totale le trafilerie in Italia sono 180 e impiegano circa 5.100 addetti. "Il 30% delle vendite – ha illustrato Gianfranco Tosini dell’Ufficio studi siderweb - è stato realizzato all’estero. Il 45% delle aziende e il 60% degli addetti totali si trova a Lecco, Milano e Brescia". Il 33,9% ha al massimo 9 dipendenti; il 23,3% ha tra i 10 ed i 19 addetti. Solo l’1,1% supera i 250. Le esportazioni di prodotti trafilati nel 2017 sono aumentate dell’11%; le importazioni del 7,7%. Il saldo import-export è positivo per oltre 1 milione di tonnellate ed è cresciuto rispetto al 2007, cioè prima della crisi.

L’aumento medio del fatturato della filiera del filo (produzione di vergella, trafilerie, mollifici, bullonerie, automotive, altri mezzi di trasporto, mezzi agricoli e movimento terra, meccanica, carpenterie e costruzioni) è stato nel 2017 del 10% rispetto al 2016, un tasso nettamente inferiore rispetto a quello fatto registrare dalle sole trafilerie (17%). La media della filiera genera, però, un Ebitda (11,6%) e un utile netto (3,8%) superiori rispetto alle trafilerie. "Nella filiera - ha aggiunto Ferrari - si confermano come 'star' i mollifici e le viterie, mentre il settore più in difficoltà rimane quello delle costruzioni". In questa fase "la vergella da trafila tende ad assestarsi lateralmente, con fluttuazioni comprese tra i massimi di fine agosto e i minimi di fine ottobre". È la tendenza che si sta delineando in chiusura di 2018, illustrata da Achille Fornasini, Partner e Chief analyst di siderweb, dopo un anno in cui le quotazioni delle produzioni da forno elettrico hanno mostrato un andamento altalenante, "con il tondo per cemento armato a guidare i cambiamenti di direzione: flessione nel primo semestre e recupero post-estivo, a causa del cedimento e successivo recupero del rottame turco. Il 2018 - ha spiegato l’analista - si presenta articolato in due fasi: la prima, esauritasi nel primo semestre, è stata connotata da diffusi rialzi in continuità con la dinamica ascendente dei due anni precedenti. La seconda fase, avviatasi durante la scorsa estate, evidenzia invece drastici ridimensionamenti, favoriti anche dal contestuale rafforzamento del dollaro".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco