Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 68.222.536
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 20 dicembre 2018 alle 14:30

Valmadrera, Aerosol: aggiudicato per due milioni di euro il ramo d'azienda in vendita

La sede della Aerosol a Valmadrera
"Un pezzo di Aerosol può continuare a vivere". Così il sindacalista Nicola Cesana (Cgil) ha salutato il provvedimento di aggiudicazione dell'asta firmato dal giudice delegato Edmondo Tota contestualmente all'apertura - questa mattina alle 12.30 - dell'unica offerta fatta pervenire in relazione alla procedura competitiva per la vendita di un ramo d'azienda. Ad accaparrarsi, il marchio, le autorizzazioni, le licenze, il knowhow, l'avviamento, i brevetti e concretamente le due linee "farma" ed il relativo magazzino, è stata la bergamasca FARMOL, società fondata nel 1946, leader europeo nel contract manufacturing di prodotti per la cosmetica, l'igiene personale, la detergenza e il settore farmaceutico, sia liquidi che aerosol, articolata su 5 sedi produttive di cui 2 in Italia, una in Tunisia, una in Ungheria e una in Slovacchia con un fatturato complessivo di oltre 80 milioni di euro. 2 milioni di euro la cifra messa sul piatto, il minimo previsto.
"C'è indubbiamente soddisfazione" ha asserito il delegato della CGIL che con i colleghi della CISL e della IUL da tempo ormai segue passo a passo la questione Aerosol, arrivata nei mesi scorsi sul "binario morto" della richiesta di ammissione al concordato preventivo. "Questa vendita, non appena sarà formalizzata con atto notarile, consentirà sia di avere le risorse per saldare i crediti vantati dai lavoratori sia la reindustrializzazione di quel sito come previsto dalla procedura con la riassunzione - seppur in via preferenziale, non vincolata - di parte degli ex dipendenti".
Spetterà ora alla FARMOL, in questo senso, svelare il proprio progetto per Valmadrera, con l'immobile di via Maglio rimasto in pancia al concordato Aerosol e destinato dunque - come messo nero su bianco dal giudice - a diventare oggetto di un contratto di locazione da stipulare in altro momento.
6 ad oggi i lavoratori che non hanno ancora rassegnato le dimissioni dalla vecchia società, rimanendo di fatto a "vegliare" gli impianti, i cui rapporti di lavoro erano inseriti in apposito punto tra i "beni" in vendita. Dei loro ex colleghi una parte è riuscita a ricollocarsi nel mondo del lavoro, pur con contratti in prevalenza a termine. L'altra metà risulta ancora iscritta nelle liste di disoccupazione, con un occhio dunque più che attento al passaggio odierno in Tribunale e alle prossime mosse della nuova proprietà.
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco