Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 59.229.480
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 07 gennaio 2019 alle 08:38

Migranti e cattolici: il mio punto di vista, da elettore della Lega

Personalmente ho maturato la mia idea, diffido da chi predica l’altruismo, perche vivono dell’altruismo altrui. Dai vari palcoscenici pubblici e religiosi, politici e laici mettono in atto le loro performans per guadagnare consensi o adepti. Penso di aver rispettato tutti comandamenti e compiuto tutte le opere di misericordia materiali insegnatemi dal catechismo, mentre i predicatori si occupavano delle opere di misericordia spirituali. Come la stragrande maggioranza degli Italiani ho lavorato e pagato regolarmente le tasse. Non ho creato nessuna associazione di volontariato ma ho sempre dato il mio contributo a tutte le iniziative benefiche. Residente in un territorio che ha visto molte vocazioni ho cercato di sostenere le iniziative dei Padri Missionari nelle varie missioni ( costruzioni di ospedali,acquedotti e invio medicinali).
Oggi, io e le persone che hanno votato per la Lega veniamo additati come razzisti e chi più ne ha ne metta. Nessuna accusa viene mossa a chi sta ottenendo arricchimenti immorali svuotando l’Africa per impossessarsi delle enormi ricchezze del sottosuolo. Nessuna accusa a chi sfrutta le giovani donne immigrate costrette a prostituirsi sulle strade per pochi euro. La maggioranza degli Italiani ha detto basta a questa presa in giro da parte di potenti lobby economiche che vogliono arricchirsi in modo immorale,con la complicità di alcune parti dello Stato Italiano e della Chiesa, costringendo alla fame le popolazioni più povere. Gli Italiani perbene che si alzano al mattino per andare a lavorare fino a sera con enormi sacrifici, che si vedono sottrarre in tasse più del cinquanta percento del loro stipendio, che devono attendere anche otto o dieci ore in una sala del pronto soccorso perche non ci sono i soldi per pagare i medici si inorridiscono nel vedere che si spendono in un anno 20 milioni di euro per pagare il presentatore e la sua azienda per fare un programma televisivo. Con venti milioni si ripara il ponte di Paderno!!!! Milioni di donne Italiane che hanno contribuito al miracolo economico, lavorando in ditta e in casa per la famiglia,sono state violentate con la legge Fornero ,mentre politici, burocrati e superpensionati non sono nemmeno stati sfiorati da questa riforma, adesso dicono BASTA!! Putin ha abbassato a sessantanni l’età pensionistica delle donne. La Polonia definito uno Stato Sovranista ha abbassato di sette anni l’età (60 anni per andare in pensione) alle donne. Il loro Governo ha riconosciuto i sacrifici fatti dalle loro donne in oltre trentanni in giro per l’Europa a fare le badanti. Contribuendo al bilancio familiare per sfamare e far studiare i figli. In Italia, le donne elette in Parlamento grazie anche alle quote rosa ,nulla hanno fatto per difenderle dall’attacco vigliacco di una donna. Oggi come al tempo dell’antica Roma, starnazzano come le oche del Campidoglio quando vedono messo in pericolo il potere e i privilegi dei loro padroni, di qua e di la del Tevere. Quando si riduce il popolo alla miseria per continuare ad arricchirsi in modo spudoratamente immorale è inevitabile che salti la coesione sociale. Quando si condanna un cittadino onesto a risarcire un ladro che ti entra in casa di notte per sottrarti quello che con enormi sacrifici hai acquistato, non è Giustizia. Non è giustizia quando si attende anche dieci anni per risolvere una causa. L’Europa che ci multa per la nostra lentezza giudiziaria non è stata in grado dopo anni di esprimere una sentenza sul caso Berlusconi. Ridicoli come lo sono sull’immigrazione. Nessuno che vuole prendersi le persone che arrivano da quelle nazioni che loro hanno sfruttato fino all’inverosimile. Attaccano Salvini per creare un colpevole. Loro sono i colpevoli con i loro complici. Politici ed ecclesiastici che hanno dimenticato quello che disse Dio ad Adamo ed Eva “ Guadagnerai il pane col sudore della fronte” ( Non con quello della lingua). Non vorrei che Salvini finisse come Mattei, esploso sull’aereo mentre lavorava per una Grande Italia contro lo strapotere economico di certe lobby. Ormai è risaputo. In Italia è sempre colpa della Mafia.
R.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco