Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 59.249.286
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 14 gennaio 2019 alle 11:47

Pescate: per i giovani in cerca di casa, il sindaco pronto a 'spostare' i volumi edificabili

A Pescate, ormai, gli appartamenti in vendita sono sempre meno e quei pochi rimasti hanno prezzi decisamente alti: dall’altro lato, però, sono sempre di più i giovani residenti che si rivolgono al Comune spiegando di essere alla ricerca di una casa – con costi ragionevoli – per mettere su famiglia nel loro paese. “Io vorrei davvero aiutarli a restare qui, soprattutto perché sono ben consapevole dell’esistenza in tutte le zone di Pescate di terreni edificabili, i cui proprietari da anni frenano lo sviluppo del nostro territorio perché non si decidono a costruire” ha commentato il sindaco Dante De Capitani. “Nella frazione Pescalina, ad esempio, ci sono almeno due appezzamenti di notevoli dimensioni, oltre a numerosi “spiazzi” più piccoli, di circa 2.000 metri quadrati ciascuno. Un altro comparto significativo, di 5.000 metri quadrati, è poi presente in zona Torrette, in una splendida posizione panoramica affacciata sul lago: nonostante le mie sollecitazioni, soltanto i proprietari di quest’ultimo terreno hanno però presentato una richiesta di costruire con un progetto di massima”. Con il PGT del Comune in scadenza nel luglio prossimo, infatti, già nei mesi scorsi il primo cittadino di Pescate aveva scritto ai proprietari dei terreni edificabili invitandoli a far fruttare la loro volumetria, ma senza grandi risultati. “Visto che, a quanto pare, a molti non interessa costruire toglieremo l’edificabilità ai loro comparti per trasferirla altrove, così da far nascere già a breve nuovi cantieri e di conseguenza nuove possibilità abitative” ha precisato il sindaco. “Al momento, a Pescate, il costo medio al metro cubo di un appartamento è di circa 2.200 euro: in un caso – replicabile ovunque – come quello del comparto alle Torrette, il nostro Comune sarebbe più che disponibile ad offrire agli interessati almeno una parte delle costruzioni in un formato di “edilizia convenzionata”, dunque a prezzi agevolati che dai 2.200 euro di media potrebbero ridursi anche a 1.800 con l’eliminazione, per i proprietari, di esborsi come quelli per gli oneri di urbanizzazione. Come ho già detto, quindi, provvederemo a breve a togliere l'edificabilità dei terreni ai cittadini che non hanno manifestato la volontà di costruire, così da trasferirla in altre zone del paese. Chiedo pertanto a tutti coloro che ne possiedono alcuni inedificabili di rivolgersi al nostro ufficio tecnico al fine di verificare la fattibilità di uno “spostamento” volumetrico. Purtroppo, per la conformazione del nostro territorio, gli spazi a Pescate sono decisamente ridotti, ma se ci sono le possibilità per andare incontro ai nostri giovani concittadini che intendono restare a vivere qui è mio dovere intervenire per aiutarli”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco