Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 61.120.108
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 19 gennaio 2019 alle 16:20

Valmadrera: il presepe 'preistorico' dei papà dell'asilo Gavazzi premiato dalla Diocesi

Come da tradizione che ricorre ogni anno ormai da decenni nel periodo che precede il Santo Natale nella Scuola dell’Infanzia “Luigia Gavazzi” gestita dalla Fondazione “Mons. G. Parmigiani” è stato allestito un presepe imponente nelle dimensioni e originale nell’interpretazione.

Un gruppo di papà verso la fine di ottobre ha iniziato a ritrovarsi per pensare al tema in cui ambientare l’evento della nascita di Gesù, tenendo conto anche del tema didattico vissuto dai bambini che in questo anno scolastico è dedicato alla Scoperta della Preistoria e dei dinosauri.
Dopo qualche riflessione e qualche schizzo sulla carta il gruppo dei papà ha ritenuto possibile collegare i due eventi storici anche se temporalmente lontani e apparentemente sconnessi. Infatti l’intento e l’aspirazione erano di realizzare un presepe dinamico e curioso che mettesse al centro il significato della Natività come fulcro dell’esperienza dell’uomo sulla Terra,  trasversale a qualsiasi tempo storico dell’Umanità.

Così il progetto fatto di idee e ipotesi pian piano ha preso forma nei prototipi dei meccanismi di movimento che potevano attirare l’attenzione dei piccoli alunni, fino alla realizzazione delle casette degli uomini primitivi e del grande vulcano che avrebbe accolto nella sua grotta la Natività.
Con grande entusiasmo e passione i papà sono giunti all’allestimento di un’ambientazione preistorica molto realistica, con dinosauri portati dai bambini e caratterizzata da un vulcano fumante… vapore acqueo, un ruscello che scendeva dalla montagna verso un laghetto,  una nuvola con dinosauri alati in movimento e dal passaggio degli uomini primitivi da una grotta all’altra. Il tutto valorizzato da un sistema di luci che alternava il giorno e la notte e da musiche natalizie.

Difficile descrivere lo stupore dei bambini e dei genitori rimasti a bocca aperta quando lo hanno visto!
Ma l’apprezzamento non è stato solo il loro, infatti la giuria del 31° Concorso Presepi della Diocesi di Milano che ha visto quest’anno oltre 200 iscritti, ha attribuito al presepe della realtà valmadrerese il terzo posto nella categoria Scuole dell’infanzia.

Si è così conclusa una significativa esperienza per genitori e figli con la partecipazione di alcune intere famiglie  alla premiazione avvenuta domenica 13 gennaio presso la sede della Federazione Oratori Milanesi di Milano, dove tante scuole, famiglie e oratori hanno condiviso l’entusiasmo e la gioia che scaturiscono dall’amore per il presepe che li ha uniti in un unico ideale abbraccio di fratellanza.

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco