Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 61.120.132
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 29 gennaio 2019 alle 11:43

Olginate: la maggioranza perde un pezzo valido e pensante, oltre a un sacco di voti

Ieri sera abbiamo assistito alla goccia che ha fatto traboccare il vaso, e che ha fatto tracimare la realtà di questa amministrazione: il burattinaio colpisce ancora e lo fa sempre in modo preciso e puntuale.
Sicuramente non possiamo mettere in discussione la scelta personale e politico-amministrativa del Sindaco, ma avremmo gradito poter dire due parole a seguito della comunicazione della revoca delle deleghe all’Assessore D’Occhio, facoltà che non è stata data nemmeno all’Assessore uscente e che si è dovuto prendere “con la forza” per poter ringraziare e aggiungere la sua versione allo striminzito comunicato stampa letto dal Sindaco.
Come opposizione rimaniamo tristemente colpiti e rammaricati in primis dall’atteggiamento di ieri sera della maggioranza verso il suo ormai ex Assessore (nessuno ha preso la parola per ringraziarlo o salutarlo) e ancora di più lo siamo per la decisione che pare essere più politica e strategica che altro.
Davide D’occhio è un giovane ragazzo, dinamico, attivo e presente sul territorio, ha portato a Olginate una visione diversa della cultura, una visione completa, con eventi, mostre, incontri e ha saputo interagire con gli stakeholder del territorio e con i cittadini in un clima di cooperazione, inclusione e pratico. Fare l’Assessore alla cultura non è mai facile: sono cose poco evidenti e poco considerate dalla maggioranza dei cittadini ma Davide è riuscito davvero, con umiltà e fermezza, a portare grandi cose per Olginate.
Non ci accomuna la visione politica generale, visto lo schieramento diverso, ma certamente ci accomuna la visione dell’intendere la politica, dell’amministrazione del territorio e la stima sia a livello umano che politico. Per questo ci sentiamo di tendere le braccia a Davide per lavorare insieme in quest’ultima metà di mandato per delle proposte condivise e per un percorso, magari non sotto lo stesso simbolo, ma vicino nelle idee e nella visione.
Questa amministrazione perde pezzi, o meglio scarica i pezzi scomodi, troppo autonomi e pensanti, e senza D’Occhio possiamo tranquillamente dire che perde la maggioranza dei voti dei cittadini Olginatesi viste le sue 137 preferenze ricevute ai seggi nel 2016 e lo scarto di 49 voti che ne hanno permesso la vittoria. Bisognerebbe riflettere attentamente su questi numeri, su questo atteggiamento e modus operandi. Vogliamo davvero essere amministrati da questa maggioranza?
Che poi, a conti fatti, di maggioranza ormai c’è ben poco!
Olginate Si Cambia
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco