Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 66.433.054
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 04 febbraio 2019 alle 16:10

Allarme della FIPSAS per i danni causati alla fauna ittica dalla presenza di cormorani

Sono danni ittici incalcolabili quelli che la presenza del cormorano lungo le rive dell'Adda e sulle sponde del Lario sta causando alla fauna. A lanciare l'allarme è la federazione pesca sportiva, tramite il suo presidente Stefano Simonetti.
L'uccello acquatico, infatti, nonostante le opere di protezione messe in atto in diversi punti del territorio, riesce comunque ad avventarsi sui pesci, sterminandone a centinaia.
La FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee) lancia un appello affinchè si apra un tavolo di coordinamento tra regione, Parco Adda e province così da affrontare il problema e porvi rimedio.
Nelle ultime settimane i Cormorani presenti nel lago di Garlate hanno devastato e predato tutta la fauna ittica presente e svernante nella darsena di Vercurago.
Anche nel Lago di Annone e nel bacino di Oggiono, i Cormorani presenti in tale corpo idrico e ormai divenuti stanziali hanno creato gravissimi danni alla fauna ittica.
Ora molti esemplari di Cormorano si sono spostati nei pressi della darsena di Brivio e stanno causando danni ittici immensi nonostante le opere di protezione messe in opera.
Il danno ittico causato dai Cormorani nel Lario e nell’Adda è incalcolabile oltre a ciò le affermazioni sulla migrazione del Cormorano sono ormai destituite di fondamento.
Serve un nuovo e più incisivo piano pluriennale di contenimento del Cormorano nel Fiume Adda e nel Lario con la collaborazione di tutti gli Enti a vario titolo coinvolti, a partire dalla Regione Lombardia, Parco Adda, Autorità di Bacino e Provincia.
Nel fiume Adda i Cormorani stanno sterminando la fauna ittica, serve un tavolo di coordinamento tra Regione Lombardia, Parco Adda, Province, con tutte le Autorità a vario titolo coinvolte.
Gli sforzi che annualmente vengono effettuati dai pescatori sportivi e dalle Associazioni sportive (semine e opere ittiogeniche) per favorire la proliferazione e la crescita della fauna ittica autoctona è fortemente compromessa, se non azzerata, dalla presenza massiccia dei Cormorani e altri uccelli ittiofagi sui corpi idrici della Provincia.
Il danno ittico creato dal Cormorano nel Fiume Adda nel Lario e nei vari corpi idrici della provincia di Lecco è devastante.



(A.S.D. Sez. Provinciale di Lecco conv. F.I.P.S.A.S.)

Il presidente
Avv. Stefano Simonetti
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco