Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 61.218.397
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 06 febbraio 2019 alle 20:57

Cinghiali, Piazza: 'arginare il fenomeno per la sicurezza di tutti'

Via libera dal Consiglio Regionale lombardo alla mozione per le modalità di gestione del cinghiale. "La problematica relativa all'eccessiva proliferazione dei cinghiali sul territorio lombardo è evidente come testimoniano non solo i danni a proprietà, allevamenti e coltivazioni, ma anche incidenti stradali di cui alcuni, purtroppo, mortali -spiega il consigliere regionale Mauro Piazza, firmatario della mozione approvata-  Per questo abbiamo voluto impegnare la Giunta ad agire affinché si intraprendano le dovute azioni".
Nel dettaglio il testo approvato impegna la Giunta ad adoperarsi presso i parlamentari lombardi ed il Governo affinché si attivino per una rapida modifica della legge 157/1992 al fine di riconoscere la figura dell'operatore volontario, ossia il cacciatore appositamente formato per l'attività di contenimento sotto gli indirizzi delle polizie provinciali, ed a proseguire rapidamente le necessarie interlocuzioni con il Ministero competente affinché l'emergenza cinghiali possa avere la necessaria attenzione e conseguentemente la disponibilità di tutti gli strumenti previsti dalla legge.
"Trattandosi di una vera e propria emergenza"-conclude il consigliere Mauro Piazza- "chiediamo anche di attivare tutte le misure offerte dalle normative vigenti, e di prevedere indennizzi per danni causati dai cinghiali del 100% rispetto ai danni subiti oltre all'ampliamento dell'orario di caccia".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco