Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.155.445
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 16 febbraio 2019 alle 17:32

Como-Lecco: le imprese di Coldiretti 'salgono in cattedra'

10 scuole coinvolte, 8 imprese agricole che “saliranno in cattedra” con un percorso formativo senza precedenti sul territorio, che coinvolgerà tutti i plessi scolastici della città di Lecco e oltre 900 piccoli allievi di 49 classi che potranno toccare con mano e scoprire dal vivo i segreti, la qualità e il valore aggiunto dell’agricoltura territoriale, attraverso tre laboratori tematici: “dal latte al formaggio”, “dalla frutta alla confettura” e “orto scolastico”. Il progetto si chiama “Mangio sano e mi diverto” e vede come realtà promotrici la Coldiretti interprovinciale lariana e Dussmann, in sinergia con Coldiretti Donne Impresa e Coldiretti Giovani Impresa.
“Un progetto importante, perchè ci rivolgiamo ai consumatori e ai cittadini di domani” sottolineano Francesca Biffi e Chiara Canclini, rispettivamente responsabile di Coldiretti Donne Impresa e delegato di Coldiretti Giovani Impresa. “Riteniamo importantissimo dialogare con i bambini: innanzitutto perché in molti casi, questi incontri rappresentano per molti loro il primo approccio con il mondo dell’agricoltura e con chi lavora la terra. E, contemporaneamente, si tratta di contenuti con una profonda valenza didattica e multidisciplinare, che spaziano dall’ambito della scienza a quello della storia e della cultura generale. Per loro è un’occasione molto preziosa per scoprire il valore dell’alimentazione e dell’agricoltura e per approfondirne le dinamiche”.  
Si parte giovedì prossimo, 21 febbraio all’istituto Fratelli Torri Tarelli (Lecco) con i laboratorio sul latte, poi frutta e infine, e nel rispetto della stagionalità, orto scolastico. Sono previsti incontri/lezione in classe. Giovedì sarà protagonista proprio l’azienda di Francesca Biffi (Galbiate): nell’ambito della mattinata verrà proposta una piccola presentazione sull’importanza del latte nell’alimentazione di un bambino. Insieme alla titolare dell’azienda agricola, i bambini potranno preparare il “primo sale” e, al termine del laboratorio verrà rilasciato un omaggio composto da un cappellino e uno yogurt prodotto dall’azienda stessa.
Il secondo laboratorio, che partirà a inizio marzo, prevede una piccola presentazione sull’importanza della frutta nell’alimentazione di un bambino; a seguire, insieme alla titolare dell’azienda agricola, i bambini potranno preparare “la confettura di mele”. Quattro, in questo caso, le aziende coinvolte: sarà presente Silvia Muffatti dell’azienda Muffatti Lino (Cantù), Cà Dulza di Pizzamiglio Barbara (Canzo), Botton d’oro di Canclini Chiara (Stazzona), Maggiociondolo di Villa Fabio (Casatenovo). Al termine del laboratorio, i piccoli partecipanti riceveranno in omaggio anche una confettura di mele.
Il terzo laboratorio (orto scolastico) partirà nel corso del mese di aprile coinvolgerà le aziende Res Naturae di Mazzucotelli Giovanni (Introbio), Floricoltura Lampugnani Walter (Orsenigo), Balù di Lo Basso Sonia (Mozzate). I bambini realizzerano un autentico orto nelle loro scuole, inoltre ai bimbi verrà consegnata una bustina con i semi che potranno piantare a casa.
Come detto, sono dieci le scuole coinvolte: a Lecco, gli istituti “Fratelli Torri Tarelli”, “Toti”, “Santo Stefano” e “De Amicis” (plesso 1), “Carducci” e “Filzi” (plesso 2); inoltre, per il plesso 3, le scuole di Acquate, Belledo, Germanedo e Malnago.    
“Andiamo nelle scuole per avvicinare i ragazzi a un mondo affascinante, e per dar loro gli strumenti utili ad essere, in un futuro non troppo lontano, consumatori consapevoli” conclude il presidente di Coldiretti Como Lecco Fortunato Trezzi. “Questi incontri rappresentano importante per familiarizzare con la natura che circonda le nostre città; significa comprendere il lavoro dell’imprenditore agricolo, “custode” delle ricchezze ambientali e culturali del territorio e della produzione di alimenti di qualità. Le nostre imprese si mettono a disposizione per trasferire, con piglio didattico, la loro la conoscenza e le esperienze del mondo contadino e delle sue attività: la coltivazione della terra, l’allevamento degli animali, ma anche l’origine degli alimenti, i loro sapori, la loro stagionalità”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco