Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.247.206
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 18 febbraio 2019 alle 07:55

Calolzio: dal verde a tutto il resto, replica allo stizzito sig. Sindaco

Sonia Mazzoleni
Consigliere gruppo
Cittadini uniti per Calolziocorte
Raccolgo con piacere la reazione “stizzita” del Sindaco Ghezzi in merito alla mia segnalazione di abbandono ramaglie e tagli selvaggi sul territorio...
Peccato che anziché dare la risposta ai cittadini in merito al problema, ha parlato di tutto e di più!! Innanzitutto invito il Sindaco a parlare coi residenti del Pascolo e frequentatori del parco Colombo; direi che di pretestuoso non c'è proprio nulla, c'è semplicemente un problema di decoro e sicurezza.
Secondariamente, visto che l'attuale amministrazione è maestra nello spostare l'attenzione quando si sollevano i problemi, voglio precisare, giusto per restare sulla gestione del verde, che lo scorso anno la sottoscritta non ha dato nessuna indicazione agli uffici in merito alla posticipazione dei tagli e si è fatta fotografare nell'erba alta, per dare l'idea di quando fosse cresciuta (niente selfie a cui sono abituati i suoi amministratori).
Evidentemente la nuova amministrazione, anche se già rodata, non ha monitorato il lavoro che era già programmato, rielaborato e migliorato dall'amministrazione Valsecchi. e considerato che il piano di taglio è stato ereditato, era ben conosciuto agli attuali assessori, Mi trovo inoltre costretta a replicare sulle altre questioni sollevate e che nulla c'entravano con la questione del verde.
Ricordo al sig. Sindaco che l'amministrazione Valsecchi si è ritrovata un “impianto” di illuminazione pubblica ridotto ad un “colabrodo” così come le fognature; non si è provveduto a far altro che ad intervenire, dove possibile, su parti della linea veramente disastrate (vedi Lorentino), integrare l'illuminazione in zone prive di luce (vedi frazione la Ca'), sostituire pali danneggiati lì da anni (vedi Foppenico zona chiesa parrocchiale) e sostituire i corpi illuminanti, ossia le “lampadine” per risparmiare sui consumi e reinvestire sull'impianto, come farebbe il “buon padre di famiglia”.
Certo è un lavoro che richiede tempo e che da non visibilità come altre opere, ma direi che le giornate buie a cui stiamo assistendo negli ultimi mesi, hanno stabilito, un record; non sarà che prima gli amministratori sollecitavano “meglio” la società appaltatrice e gli uffici comunali, affinché s'intervenisse sul guasto quanto prima?
Per quando riguarda strade e caditoie si poteva sicuramente fare meglio, ma ricordo al sig. Sindaco che, sempre l'amministrazione Valsecchi, ha ereditato un programma di pulizia caditoie che ne comprendeva 700 anziché 1400... chissà da chi e da quanto tempo non venivano pulite!! Mentre, per alcune problematiche da anni presenti sul territorio (vedi i continui allagamenti in loc. Caversano a Lorentino, via Piave a Rossino ed altre situazioni), è intervenuta l'amministrazione Valsecchi... e potrei proseguire.
Per quanto riguarda l'ascolto dei cittadini, non abbiamo proprio niente da imparare visto che l'attuale amministrazione, proprio sulla questione scuole ha visto bene di comunicare la chiusura di tre scuole, a decisione presa, impedendo addirittura ad un consigliere di osservare ciò che stava accadendo, e con incontri limitati a genitori e insegnanti, senza il coinvolgimento della minoranza e della cittadinanza. Quindi invito il Sindaco Ghezzi a stare concentrato su ciò che sta “combinando” la sua amministrazione e a verificare ciò che accade sul territorio!!
Sonia Mazzoleni
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco