Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.108.426
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 13 marzo 2019 alle 14:49

Lecco: un pannello illustrativo in via Carlo Porta 'celebra' il Caldone

Nella mattinata di oggi, mercoledì 13 marzo, è stato inaugurato un pannello illustrativo per celebrare il Caldone, uno dei simboli naturalistici della nostra città, posizionato in via Porta, la piccola arteria che accompagna il transito dei pedoni lungo il corso del torrente.

Il Comune di Lecco in collaborazione con i ragazzi del Liceo Classico A.Manzoni, l’università di Lecco per Adulti e Terza Età, il Lions Club Lecco e l’Istituto Don Guanella ha promosso un'ulteriore tassello nell'ambito del progetto “Mai soli se solidali” che ha portato dunque alla realizzazione dell’affissione descrittiva del corso che ripercorre la sua storia sin dal XXVIII sec. raccontando lo sfruttamento e i lavori ingegneristici di canalizzazione per la deviazione dell’acqua. In aggiunta, grazie al QR code si ha la possibilità di accedere al sito dell’Università di Lecco per Adulti e Terza età dove è riportato il testo di “La chiusa di via Porta” sia in italiano sia in inglese.

Come è noto i fiumi lecchesi hanno svolto un ruolo importante per lo sviluppo urbano e sono sempre stati considerati dai cittadini una risorsa preziosa. Da questo nasce la voglia di celebrare con un apposito pannello lungo la passeggiata di Via Porta uno dei corsi d’acqua più caratteristici del centro storico.
Durante l’inaugurazione si sono susseguiti i discorsi delle personalità che hanno fornito il loro contributo per la realizzazione dell’opera. L’assessore al patrimonio e al decoro Corrado Valsecchi ha ricordato che Via Carlo Porta è una delle strade più frequentate del centro e ha bisogno di visibilità attraverso l’istallazione di affissioni e costante manutenzione: “Grazie a tutti per questa inaugurazione che va oltre la volontà di far conoscere i fiumi e il nostro patrimonio. E’ la verità di chi lavora e la fa con una vocazione di cittadinanza attiva che ha reso un angolo suggestivo di lecco sempre più bello. Grazie al Don Guanella che ha preso l’impegno di manutenzione della zona. Carlo Porta è una delle vie più frequentate in settimana da studenti e non solo. E’ importante che continui il processo di interventi, finora ne sono stati svolti 19, che è iniziato in questi anni.”
A seguire, l’intervento di Giovanni Rossi, il dirigente scolastico del Liceo Classico A.Manzoni che ha parlato dell’importanza della crescita culturale per le nuove generazioni anche attraverso progetti locali come questo: “Quest’occasione ha fornito un’opportunità ai nostri ragazzi per conoscere il territorio e angoli all’apparenza poco significativi. Esercitare pratiche di cittadinanza attiva sono parte del progetto di alternanza scuola-lavoro. Al di fuori delle ‘sudate carte’ ci sono occasioni che hanno dato un esempio fantastico di come l’approfondimento culturale e la valorizzazione possano diventare momenti di attività scolastica. Tutto questo è importante per la crescita dei nostri ragazzi.”

E ancora Danilo Francesco Guerini Rocco Rettore dell’università della terza età è sembrato estremamente soddisfatto della buona riuscita dell'iniziativa: “Attraverso questo progetto di crescita e sviluppo gli studenti grandi e piccoli hanno dato vita ad un sogno: un servizio alla città di Lecco che step dopo step e con la collaborazione con la Casa don Guanella ha creato un pannello in questa via importante… si lavora insieme per il bene della città e così è facile dare grandi risultati. La sfida più importante è continuare su questa strada e migliorare sempre.” Infine, Carlo Sironi vice-governatore del Distretto Lions: “Questa iniziativa con la collaborazione dell’università serve per portare cultura a chi non ha potuto svilupparla. La cultura è fondamentale poiché aiuta a costruire ponti e in questo caso si allarga un servizio alla città. Siamo intervenuti in una realtà locale e noi del Lions Club siamo presenti con rinnovato entusiasmo per servire gli altri.”
C.Ca.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco