Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 66.181.757
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 15 marzo 2019 alle 13:29

Calolzio: il Giardino Botanico riapre in primavera con tanti eventi

Anche per il 2019 la Comunità Montana intende procedere all’apertura al pubblico del Giardino Botanico di Villa De Ponti a Calolziocorte dalla primavera, con iniziative ed eventi la cui finalità è quella di salvaguardarne la missione principale di enciclopedia vivente, di luogo privilegiato dove ogni pianta ha un nome ed una storia.

Clicca sull'immagine con il programma degli eventi per ingrandirla



Il Giardino Botanico, in Via Galli n. 48/A, è un’istituzione culturale gestita direttamente dalla Comunità Montana, nonché un nodo costitutivo vitale dell’Ecomuseo della Valle San Martino, inserito anche nel progetto di educazione al patrimonio territoriale e nel Sistema Museale della Provincia di Lecco. In questi anni gli interventi e le risorse investite hanno consentito di raggiungere numerosi risultati positivi:
- il mantenimento di un livello gestionale basale dignitoso pur in tempi di ristrettezze economiche che ha permesso l’erogazione di servizi culturali adeguati;
- l'orientamento sempre più convinto verso il coinvolgimento dei seguenti soggetti: Club Amici del Giardino Botanico, utenti del gruppo Artimedia della Coop La Vecchia Quercia, un lavoratore socialmente utile, progettualità Workstation, le scuole di diverso ordine e grado della Valle San Martino e da ultimo l’Associazione Regionale degli Orti Botanici;
- l’identificazione del Giardino Botanico come spazio per l’educazione ambientale e la formazione scientifica degli studenti, con un approccio esperienziale al patrimonio botanico e scientifico, con la convinzione che si impara attraverso il “fare”;
- un perfetto esempio di “economia circolare” attraverso la produzione e la distribuzione di compost naturale;
- l’attivazione di un percorso scientifico di alternanza scuola-lavoro per gli studenti del Liceo delle Scienze Umane, in attuazione alla convenzione stipulata con l’Istituto Lorenzo Rota;
- l’apertura stagionale al pubblico con eventi e visite guidate che hanno reso il Giardino un luogo vivo di teatro, musica, letture, laboratori didattici, interventi di formazione per tecnici ed altro ancora.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco