Scritto Giovedě 06 agosto 2015 alle 07:56

Lega Nord: richiedenti asilo, disintegrazione del popolo italiano

PROSEGUE ANCHE NEL LECCHESE IL PIANO DI DISINTEGRAZIONE DEI POPOLI ITALIANI TRAMITE L'INNESTO DI POPOLAZIONI ESTRANEE – STOP INVASIONE

“Quando un governo viola i diritti del popolo, l'insurrezione è, per il popolo e per ogni porzione del popolo, il più sacro dei diritti e il più indispensabile dei doveri. (Marchese de La Fayette)
“Siamo dipinti come razzisti e ce ne facciamo una ragione, siamo complottisti ma non cambiamo opinione. E' di ieri la notizia che verranno “ospitati” circa 20 uomini ( forse profughi- quasi sicuramente clandestini) nella località dei Piani Resinelli simbolo del Popolo Lecchese per le sue Grigne,per le grandi imprese alpinistiche e i suoi grandi scalatori,oltre che meravigliosa meta per le vacanze e relax di anziani e famiglie.
Una nuova provocazione, per dimostrarci che questa terra non è più la nostra terra ,che siamo un popolo suddito e quindi vengono occupati luoghi simbolo a noi cari:i nostri luoghi di villeggiatura,le palestre delle scuole di nostri figli,le case di riposo per i nostri anziani. Insieme a Lecco,La stessa sorte è toccata ai paesi di Esino Lario e Cremeno. Ed ora a Pian dei Resinelli. Ma se a Cremeno compare il fantasma di Mafia Capitale tutto tace.
Riflettiamo. A Lecco esiste un campo di emergenza della protezione civile utilizzabile come tendopoli. La cosiddetta area spettacoli viaggianti,creato dopo l' emergenza Valtellina del 1987,adatto proprio a situazioni di estrema urgenza. E allora perchè non viene utilizzato....? Come si può pensare ai Piani Resinelli,come luogo ideale per ospitare i profughi ,una località in cui non c'è nessun organo (vigili,polizia stradale,carabinieri) che possa garantire la sicurezza dei villeggianti,delle attività economiche e turistiche. Si parla di un paesino di montagna gestito da 4 comuni che si rimpallano i problemi legati alla neve,acquedotti e strade,come litigheranno su questo argomento? Nessuno si pone il problema.
Facciamoci anche un'altra domanda,nessuno durante l 'estate piu' calda del secolo ha pensato di ospitare ai Resinelli anziani Italiani in stato di povertà? Lo stato,la prefettura non pensa a queste cose? Il territorio lecchese è ricco di storia e i Piani Resinelli ne sono un esempio: tana dei “fondatori dei Ragni”,luogo di fondazione del soccorso Alpino Nazionale, poligono clandestino delle Brigate Rosse e non va dimenticato che dalle sue stupende miniere proveniva il ferro con cui Gaio Giulio Cesare nel 49 a.c. forgiò i Gladio con cui varcò il Rubicone ed entrò in Italia.
I luoghi e la loro storia hanno dei significati profondi. Il governo della Sinistra e di Renzi ha perso consenso . La democrazia è uno strumento del popolo e in un paese “normale” se il Governo perde il consenso,bisognerebbe cambiarlo,rinnovarlo. Invece sta succedendo il contrario il governo sta tentando di cambiare il popolo. Si è voluta creare l'emergenza andando a raccogliere questi uomini al di fuori delle acqua territoriali Italiane ovvero nelle acque internazionali, si è creato uno scandaloso giro d'affari prendendo degli uomini, che sono uomini esattamente come noi e affibbiandogli nomignoli cari al marketing del business dell' accoglienza. Anche se per il diritto internazionale pochi avranno lo Status di profughi e molti quello di clandestini ( anche oggi per la legge Italiana sono clandestini). In sostanza si predica l' accoglienza come atto umanitario benefico, ma lo scopo è il bonifico.
Gli altri paesi della comunità Europea con acque nazionali nel mediterraneo come Grecia, Spagna e Francia stanno praticando politiche diametralmente opposte a quella del Governo Italiano pur essendo soggetti alle stesse leggi internazionali e agli stessi trattati. La Francia a Ventimiglia l' Inghilterra nella Manica,l' Austria alle frontiere ci stanno dimostrando chiaramente che i trattati se ci sono possono non essere rispettati. Noi vogliamo un paese normale:dove gli alberghi siano per i turisti, le scuole per gli Alunni e le montagne per turisti,alpinisti e mucche.
Noi vogliamo un paese normale,dove prima viene il popolo sovrano . Lo Stato Italiano, si comporti come tutti gli Stati Europei che prima rispettano i diritti, le idee e le aspirazioni dei loro popoli, lasciando ai legittimi proprietari la terra i suoi luoghi e la loro storia. Perché quando un governo viola i diritti del proprio popolo, l'insurrezione è il più sacro dei diritti e il più indispensabile dei doveri.
Gruppo Lega Lombarda Lega Nord – Comune di Lecco
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF