Scritto Luned́ 01 agosto 2016 alle 17:18

Oliveto L.: contro l’inciviltà centrodestra unito, al vaglio il ''blocco'' della Lc-Bellagio

Una manifestazione di “riappropriazione” del suolo pubblico e la possibilità – se l’amministrazione sarà lasciata sola a gestire l’emergenza – di bloccare la Lecco - Bellagio nella giornata di domenica 7 agosto.
Queste le ipotesi al vaglio, da parte dell’amministrazione di Oliveto Lario, per cercare di risolvere la situazione della spiaggia di Vassena, letteralmente presa d’assalto durante i fine settimana nonostante sia in vigore una ordinanza comunale che vieta l’accesso a chiunque.

Il sopralluogo di domenica

Nella mattinata di ieri il sindaco Bruno Polti si è recato sul posto unitamente ad alcuni esponenti politici del territorio di Forza Italia, Lega nord, Fratelli d'Italia - Alleanza Naizonale: l’assessore del paese Paolo Negri, Davide Bergna, Giacomo Zamperini, Stefano Parolari e Flavio Nogara.
“Nonostante il maltempo erano presenti circa 18 tende di grandi dimensioni e un centinaio di persone, tra cui molte famiglie con bambini. Alcuni di questi dormivano a un metro e mezzo di distanza da cumuli di immondizia, una cosa che ha lasciato a bocca aperta chi mi ha accompagnato” ha spiegato Polti. “C’erano due agenti della Polizia locale con noi, unitamente a due carabinieri della stazione di Valmadrera. Hanno identificato le persone presenti, spiegando loro che non possono frequentare la spiaggia e convincendole ad andarsene. Alcuni avevano con sé scorte di cibo ingenti, nonostante da due anni e mezzo sia in vigore una ordinanza che vieta fuochi, barbecue, tende e rumori molesti”.

Nemmeno la recente chiusura della spiaggia al pubblico ha sortito l’effetto sperato. “Due agenti da soli la domenica non possono fare molto di fronte a decine di persone, stiamo valutando le prossime azioni. Ho avuto il supporto di molti amministratori per questa situazione incresciosa, di tutti gli schieramenti politici. Chiunque voglia appoggiarmi è ben accetto, questo è un problema di ordine pubblico e di igiene”.

Entro il prossimo sabato la decisione potrebbe essere quella di indire una manifestazione di “occupazione” del suolo pubblico. “Stiamo pensando ad una iniziativa per dimostrare che teniamo al nostro territorio e vogliamo salvaguardarlo. Siamo pronti anche a bloccare la Lecco-Bellagio domenica. Non per creare disagi, ma per far comprendere che questo è un problema grosso, e che la popolazione ci sta a cuore”.
Nel corso dei prossimi giorni l’amministrazione di Oliveto Lario prenderà una decisione sulle eventuali azioni da mettere in atto il prossimo fine settimana.

Questo il comunicato congiunto di Forza Italia, Lega nord, Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale Lecco a sostegno dell’operato del sindaco di Oliveto Lario, Bruno Polti:
“Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di roeù, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi a un tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di discarica a cielo aperto”.

Il CENTRODESTRA LECCHESE, ancora una volta compatto a tutelare il territorio e le sue radici dall’invasione incivile alimentata dal governo di RENZI e ALFANO, ha visto i suoi dirigenti provinciali Davide Bergna (Forza Italia), Giacomo Zamperini e Elena Ornaghi (Fratelli d’Italia- Alleanza Nazionale), Flavio Nogara e Stefano Parolari (Lega Nord) nella mattinata di domenica 31 luglio ha preso parte al sopralluogo alla spiaggia della Valle di Vassena a Oliveto Lario, a sostegno della battaglia contro il degrado che il sindaco Bruno Polti sta conducendo nell’indifferenza dell’autorità prefettizia.

Un degrado che non è attribuibile ad un disimpegno dell’amministrazione comunale guidata da Bruno Polti nella gestione dei servizi relativi all’ambiente e alla raccolta rifiuti. E’ un degrado figlio della maleducazione e dell’inciviltà di sedicenti “turisti” che violando sistematicamente sia le più elementari norme igienico-sanitarie (e non tenendo quindi conto della presenza di bambini anche di età infantile) sia l’ordinanza sindacale di chiusura a tempo indeterminato bivaccano trasformando di fatto una spiaggia comunale e libera nel loro “personale” campeggio, con accensione di fuochi e montaggi di tende, lasciando dopo il loro “soggiorno” immondizia di ogni genere: vetri, plastica, avanzi di cibo, deiezioni.

La battaglia del sindaco Polti è prima di tutto una battaglia di buona educazione e di civiltà. E’ assurdo arrivare ad emettere un'ordinanza sindacale per vietare la balneazione di una spiaggia bellissima, solo perché qualcuno si comporta in modo incivile. Crediamo e chiediamo che la Prefettura, informata e sollecitata in merito, debba assolutamente intervenire a fianco del sindaco, e senza più alcun indugio.

Quello di domenica scorsa non è stato un sopralluogo una tantum: nel prossimo weekend torneremo in difesa del nostro paesaggio e del nostro lago, convinti più che mai che se vogliamo parlare di bellezza e di vocazione turistica dobbiamo anche parlare di pulizia e di rispetto delle regole.

p. Forza Italia, Davide Bergna
p. Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Giacomo Zamperini e Elena Ornaghi
p. Lega Nord, Flavio Nogara e Stefano Parolari
Questo il comunicato di Forza Nuova Lecco:
In seguito all'ordinanza del comune di Oliveto Lario (Lc) emessa il 22 Luglio che prevede la chiusura di un tratto della spiaggia di Vassena dovuta all'impraticabilità e alle condizioni poco igieniche dello spazio pubblico in questione, la sezione di Forza Nuova Lecco ha deciso di intervenire per garantire un veloce ripristino e la riapertura al pubblico della spiaggia.
Forza Nuova ha sempre combattuto a favore della pulizia e la conservazione delle nostre zone turistiche, per questo motivo la sezione lecchese si è mobilitata velocemente per cercare di eliminare il degrado che caratterizza questa zona.
Nelle ultime ore, infatti, il coordinatore provinciale di Forza Nuova Lecco ha contattato il sindaco di Oliveto Lario, Polti Bruno, per cercare insieme una soluzione al problema che ormai da molto tempo colpisce questo tratto di spiaggia.
Il sindaco è apparso molto collaborativo e nei prossimi giorni verranno prese decisioni per intervenire tramite azioni di volontariato; in modo tale da garantire le condizioni igieniche necessarie per la riapertura della zona pubblica in questione.
Attendiamo ulteriori contatti con il comune per  organizzarci e intervenire concretamente sul territorio.

FN Lecco
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF