Scritto Venerd́ 17 maggio 2019 alle 08:18

Calolzio: battimano per i 4 studenti e i prof. del Rota firme del corto Leonardo e l'Adda

“Passerella” anche a Calolzio per gli alunni della classe 5^C CAT (Costruzioni, ambiente, territorio) dell'Istituto Lorenzo Rota: dopo essere già stati premiati a marzo a Milano nell’ambito della terza edizione del concorso "Tutto per te!", nella serata del 16 maggio i ragazzi sono stati celebrati anche dall’amministrazione comunale del capoluogo della Val San Martino, all’interno di una serata che gli ha visti protagonisti.

Primo a sinistra il prof. Silvio Romano. Tra gli studenti il consigliere Pamela Maggi

Nel calendario dei “Giovedì di Leonardo” promossi tra le iniziative del Maggio Calolziese a corollario della mostra dedicata al rapporto tra il genio fiorentino e l’Adda curata da Raffaella Marzolla e Pamela Maggi, con l’esposizione dei fogli anastatici del Codice Atlantico, gli studenti sono stati invitati a presentare il cortometraggio con il quale hanno “sbaragliato la concorrenza”, vincendo il contest indetto dall'Osservatorio Permanente Giovani-Editori e dalla Fondazione Cariplo.

In occasione del cinquecentesimo anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci, ai partecipanti della sfida tra scuole è stato chiesto di simulare un dialogo con il poliedrico intellettuale, presentandogli un'opera artistica, un progetto ingegneristico o una scoperta scientifica legata alla Lombardia. L'obiettivo, infatti, come spiegato dal professor Silvio Romano, coordinatore del progetto, era quello di promuovere tra gli studenti la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione in chiave innovativa del patrimonio culturale - materiale e immateriale - della nostra regione. Simone Roder, Andrea Scola, Giacomo Bonanomi e Alessandro Improta hanno “fatto centro” realizzando un video – dal titolo “Leonardo e l’Adda” – immaginando di incontrare Da Vinci in riva alla fiume di manzoniana memoria, mostrandogli come il suo traghetto, a Imbersago, ancora sia in funzione nonché portandolo poi a scoprire il ponte San Michele a Paderno e a rivedere lo scorcio che – presumibilmente – ha ispirato lo sfondo del celebre dipinto “La Vergine delle rocce”.

Applauditi per il loro lavoro, i quattro alunni hanno strappato anche delle risate raccontando, insieme ai loro docenti aneddoti legati al backstage del cortometraggio. Spinti a partecipare al concorso dal professor Matteo Lentini che ha poi trovato il supporto, come ogni anno, del collega Silvio Romano, docente di Progettazione, avevano inizialmente scelto il professor Maurizio Citterio quale “Leonardo”. Ma dopo aver dovuto rinunciare al primo giorno prescelto per le riprese causa maltempo, al momento della “bella” l’insegnante – con acconciatura che in effetti richiama le sembianze dell’inventore fiorentino – si è ammalato, venendo sostituito con corsa proprio da Lentini che, per sua stessa ammissione, non ha propriamente una capigliatura così folta. Non conoscendo le battute, poi, si è scelto di doppiare in fase di montaggio il professore. “Non vi racconto i dialoghi originari” ha detto quest’ultimo, ammettendo di essersi davvero divertito con i quattro validi studenti, supportati anche dalla collega di Lettere Valeria Valsecchi. Una bella squadra, insomma, a cui il Sindaco Marco Ghezzi ha rivolto i propri complimenti.

Il professor Romano e il collega Lentini, nei panni di Leonardo, durante le riprese

I “Giovedì di Leonardo” proseguiranno ora il 23 con Le Favole e gli scritti di Leonardo nel codice Atlantico a cura di Raffaella Marzolla e il 30, quando si chiuderà l’esposizione. Entrambe le serate, come le precedenti, saranno introdotte dal consigliere Pamela Maggi, anima dell’iniziativa.
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF