Scritto Giovedý 11 luglio 2019 alle 11:58

Valmadrera: l'indimenticata maestra Jolanda Vecchietti al traguardo delle 100 candeline

Nata l'11 luglio del 1919, la maestra Jolanda Vecchietti, orgoglio per tutta la comunità di Valmadrera, compie quest'oggi 100 anni. Originaria di Trento, è arrivata a Valmadrera nel 1958 dopo una carriera scolastica iniziata in Dalmazia, proseguita prima in Istria e poi nella città natale.

La maestra tra Andreina Vassena e l'assessore Rita Bosisio

Giunta a Oggiono, dal 1950 al 1958 ha ricoperto il ruolo di segretaria del direttore didattico dott. Pozzi. Nell'ottobre 1958 ha iniziato a insegnare a Valmadrera fino a gennaio 1974, quando per accudire la madre malata ha dovuto con immenso dispiacere abbandonare la scuola. Ritiratasi a Trento ha mantenuto i suoi interessi culturali collaborando con il Centro Studi della Val di Sole che ha pubblicato due suoi libri "L'affresco" e "Diario Dalmata" disponibili nel Sistema Bibliotecario Lecchese.

Alcune classi della maestra Vecchietti

Nel suo cuore da sempre, battono i volti e i nomi di chi, durante i suoi anni di insegnamento, ha educato e istruito con profonda dedizione. Le loro fotografie sono tutte custodite con cura e affetto dalla maestra in un grande libro con tanto di nomi e date. Tuttora i suoi allievi la ricordano con profonda gratitudine, ammirazione e riconoscenza.

"Era una maestra moderna e innovativa", "Eravamo tutte innamorate di lei perché era bravissima", "Sono diventata maestra seguendo il suo esempio", "Le devo molto perché è stata anche una maestra di vita", "Ci faceva da mamma": questi alcuni ricordi delle sue allieve che nonostante la lontananza sono ancora in contatto con lei e periodicamente la vanno a trovare come l'Assessore Rita Bosisio  e della sua compagna di classe Andreina Vassena.

La ricorda con stima anche la dr.ssa Maria Assunta Dolzini, insegnante e poi Direttrice scolastica presso la stessa scuola di Valmadrera: "Esprimo felicitazioni all'insegnante Jolanda Vecchietti in occasione del suo 100° compleanno. Ricordo di lei, in particolare, il senso di responsabilità e lo stile di autorevolezza con cui svolgeva l'incarico di nostra capogruppo presso la scuola elementare «Cesare Battisti». Porgo tanti auguri ancora per la vita".

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF