Scritto Marted́ 11 febbraio 2020 alle 14:16

Lecco: già espulso (e con dei precedenti), rientra in Italia. Arrestato

Nel pomeriggio di ieri, lunedì 10 febbraio, durante un posto di controllo in Via Marconi a Lecco, equipaggi della Polizia di Stato - Squadra Volanti hanno fermata un'autovettura con a bordo un soggetto sprovvisto di documenti che attestassero la sua regolare posizione nel territorio nazionale. L'uomo è stato pertanto accompagnato negli Uffici della Questura dove i poliziotti, a seguito di accertamenti, lo identificavano in Z. K., marocchino, classe 1988, destinatario di un ordine di espulsione firmato da Prefetto di Milano, eseguito dall'aeroporto Marconi di Bologna nel novembre 2018.
A carico dello stesso emergevano anche diversi precedenti di Polizia per lesioni personali, tentata violenza sessuale, sequestro di persona e spaccio di stupefacenti.
Il magrebino ha così confessato agli agenti di essere rientrato nel territorio italiano nel mese di marzo 2019, clandestinamente, partendo dalla Libia.
E' così stato tratto in arresto per il reato di reingresso illegale nel territorio della Stato.
Nella mattinata odierna ha avuto luogo il processo direttissimo presso il Tribunale di Lecco dove l'arresto è stato convalidato dal giudice Nora Lisa Passoni ed il reo - assistito dall'avvocato Igor Di Maria - è stato condannato alla pena, su richiesta delle parti, di mesi 8 di reclusione ed è stato rilasciato nulla osta all'espulsione.

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF