Scritto Sabato 04 aprile 2020 alle 17:35

Dervio: no 'buoni spesa' agli autori di reati

Anche a Dervio è possibile presentare domanda per i "buoni spesa", i contributi che il Governo ha deciso di distribuire in via straordinaria a tutti coloro che, a causa dell'emergenza sanitaria, si trovano in una condizione di oggettiva difficoltà a far fronte alle spese primarie per sé e per la propria famiglia. La Giunta lariana ha però stabilito di inserire nel modello di autocertificazione per la richiesta alcuni ulteriori passaggi, con l'obbligo per tutti i cittadini interessati di dichiarare di non avere precedenti penali per spaccio di droga, reati mafiosi e/o evasione fiscale, con sentenze passate in giudicato.
"Il principio è semplice, non è nostra intenzione offrire contributi economici a chiunque si sia reso protagonista di attività delinquenziali come quelle citate, lavorando in nero o vendendo morte" precisa il sindaco di Dervio Stefano Cassinelli. "Ricordo che ogni autodichiarazione falsa corrisponde a un reato, pertanto da parte nostra ci sarà la massima attenzione".
Per le modalità di presentazione delle domande al Comune clicca qui.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF