Scritto Marted́ 19 gennaio 2021 alle 16:16

Mandello, l'ultimo saluto a Carlo Gilardi con il ricordo del figlio: ''Hai lasciato un segno in tutti''

In tanti nel pomeriggio di oggi, martedì 19 gennaio, si sono riuniti nella Chiesa del Sacro Cuore di Mandello per tributare l'ultimo saluto a Carlo Gilardi, venuto a mancare all'alba di domenica a seguito di un malore che lo ha colpito durante un'escursione a Crebbio di Abbadia Lariana, lungo il sentiero per Manavello.


Carlo Gilardi

Una scomparsa, la sua, che ha gettato nello sconforto l'intera comunità, dove il 60enne era attivissimo in numerose realtà e associazioni di volontariato, prime fra tutte la Polisportiva, contribuendo all'organizzazione di iniziative ed eventi fra cui il Trail delle Grigne Sud, il Palio delle Frazioni e il tradizionale bagno di Capodanno.




"Non ti sei mai fatto fermare da niente, sei stato e rimarrai il migliore" ha confermato, con la voce rotta dall'emozione, il figlio Stefano, intervenuto sull'altare al termine della funzione. "Mi hai insegnato tutto, mi hai fatto capire come affrontare i sentieri più ripidi della vita, con il tuo coraggio e la tua voglia di fare, di esserci, di lasciare il segno in tutti quelli che incontravi. Spero di non perdere mai quell'entusiasmo che ti caratterizzava, grazie papà!".


Don Giuliano Zanotta

È stato invece don Giuliano Zanotta, che ha raccontato di aver scambiato quattro chiacchiere con Carlo Gilardi soltanto poche settimane fa, a pronunciare l'omelia durante la cerimonia funebre. "Mi piace pensarlo di corsa sulle vette che tanto amava, lì vicino al Signore" ha affermato il sacerdote. "La lettura che abbiamo ascoltato oggi ci ha parlato della speranza come di un'ancora sicura e salda, un'ancora che un uomo di lago come Carlo conosce bene e che si trova lì, nei cieli, dove Gesù ci ha preceduto. La nostra esistenza, lunga o breve che sia, non è tutta qui: sappiamo che andremo dal Signore, a cui oggi affidiamo il nostro amico, certi di ritrovarlo".





Amorevolmente scortato dalla moglie Giordana, dal figlio Stefano con Letizia e Andrea e dai tanti amici, il feretro di Carlo Gilardi è stato infine accompagnato sul sagrato della Chiesa per il suo ultimo viaggio terreno, in un lungo scrosciante applauso colmo di affetto e gratitudine.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF